in

Valle d’Aosta allerta per il ghiacciaio in Val Ferret, preoccupa rialzo termico

Valle d’Aosta allerta per il ghiacciaio in Val Ferret, preoccupa rialzo termico thumbnail

Bollettino: restano criticità
Condividi

07 agosto 2020Occhi puntati sul ghiacciaio del Planpincieux, sopra la val Ferret, sul Monte Bianco, a nord di Courmayeur, dove ci sono 500 mila metri cubi di neve ghiacciata a rischio crollo.
Il bollettino di allertamento del ghiacciaio di Planpincieux emesso nel primo pomeriggio conferma che permangono i “trend anomali delle temperature” e le conseguenti variazioni “anomale del deflusso idrico”. Cioè il rialzo termico, iniziato ieri dopo giorni di freddo, continua a provocare l’aumento della pressione dell’acqua che scorre tra la roccia e un blocco di ghiaccio da 510 mila metri cubi, che rischia di sollevarsi e scivolare a valle. 
L’allarme è scattato mercoledì pomeriggio, dopo l’ennesimo sorvolo dei tecnici sulla zona.
Nelle ultime ore nessuna variazione o crollo sono stati registrati, ma l’attenzione dei tecnici si concentra oggi sul termometro. Lo spiega Valerio Segor, dirigente della struttura Assetto idrogeologico dei bacini montani della Regione Valle d’Aosta. Rimane alta l’allerta che ha portato all’evacuazione, ieri mattina, di 75 persone da una trentina di abitazioni e il divieto di accesso alla val Ferret.
“Seguiamo l’evoluzione per cercare di uscire quanto prima da questa situazione”, aggiunge l’esperto. Ci si concentra sul rialzo termico registrato dopo giorni di freddo: per i tecnici può aumentare la pressione dell’acqua che scorre tra la roccia e un blocco di ghiaccio da 510 mila metri cubi che, nell’arco di 72 ore, rischia di scivolare a valle. Alle 5 le temperature sono “le stesse di ieri e rispetto ai giorni freddi” del 3 e 4 agosto”siamo a 10 gradi in più”. “Il piano” di protezione civile -dice il sindaco di Courmayeur, Stefano Miserocchi, – “sta funzionando”, gli accessi “sono presidiati” e “le misure restano le stesse”. 
Il sindaco di Courmayeur, Stefano Miserocchi ha firmato un’ordinanza per ordinare l’evacuazione dei residenti e dei turisti della zona ai piedi del Monte Bianco e per chiudere le strade al traffico. È stato allestito un centro di prima accoglienza al Palaghiaccio. In base ai nuovi rilievi si deciderà se prorogare l’ordinanza.Il sindaco di Courmayeur, Stefano Miserocchi, ha firmato un’ordinanza di chiusura della val Ferret ed evacuato circa 75 persone tra residenti e turisti.

Leggi tutto

What do you think?

193 points
Upvote Downvote

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La conferenza stampa del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte thumbnail

La conferenza stampa del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte

Reddito di Cittadinanza, cosa succede dopo 36 mesi: quante volte si può rinnovare? thumbnail

Reddito di Cittadinanza, cosa succede dopo 36 mesi: quante volte si può rinnovare?