in

Tragedia sul lavoro a Cavallermaggiore. Intossicati dal mangime, cadono in un silos: uno muore a 22 anni, il fratello è grave in ospedale

Tragedia sul lavoro a Cavallermaggiore. Intossicati dal mangime, cadono in un silos: uno muore a 22 anni, il fratello è grave in ospedale thumbnail

CAVALLERMAGGIORE (CUNEO). Tragedia sul lavoro questa mattina (giovedì 3 settembre) a Cavallermaggiore, in frazione Madonna del Pilone, 81, dove due fratelli sono caduti dentro un silos.

Tragedia nel Cuneese, fratelli cadono in un silos: che cosa è successo.

L’impianto era colmo di mangime: pare fosse stato riempito la sera prima. I due addetti erano sul tetto, impegnati in una verifica. In base alla prima ricostruzione della dinamica, quando hanno aperto la copertura, sono rimasti intossicati dalle esalazioni del mangime e sono quindi caduti nel silos. 

Cadono in un silos a causa delle esalazioni, il luogo dell’incidente a Cavallermaggiore

Uno dei due, Davide Gennero, 22 anni, è morto: inutili i soccorsi. L’altro, Francesco Gennero, 25 anni, è stato trasportato in gravi condizioni all’ospedale di Savigliano. Sono figli del titolare dell’azienda. Intervenuti i vigili del fuoco di Saluzzo, Savigliano, Cuneo e Alba, anche con il Nucleo speleo alpino, l’équipe medica del «118», oltre ai carabinieri e allo Spresal dell’Asl Cn1. 

Incidente sul lavoro nel Cuneese: cadono in un silos alto 40 metri, un morto e un ferito grave

I perché dei nostri lettori


Mio padre e mia madre leggevano La Stampa, quando mi sono sposato io e mia moglie abbiamo sempre letto La Stampa, da quando son rimasto solo sono passato alla versione digitale. È un quotidiano liberale e moderato come lo sono io.

Mario

I perché dei nostri lettori


Perché mio papà la leggeva tutti i giorni. Perché a quattro anni mia mamma mi ha scoperto mentre leggevo a voce alta le parole sulla Stampa. Perché è un giornale internazionale.Perché ci trovo le notizie e i racconti della mia città.

Paola, (TO)

I perché dei nostri lettori


Leggo La Stampa da quasi 50 anni, e ne sono abbonato da 20. Pago le notizie perché non siano pagate da altri per me che cerco di capire il mondo attraverso opinioni autorevoli e informazioni complete e il più possibile obiettive. La carta stampata è un patrimonio democratico che va difeso e preservato.

Anonimo

I perché dei nostri lettori


Ho comprato per tutta la vita ogni giorno il giornale. Da due anni sono passato al digitale. Abito in un paesino nell’entroterra ligure: cosa di meglio, al mattino presto, di…. un caffè e La Stampa? La Stampa tutta, non solo i titoli….E, visto che qualcuno lavora per fornirmi questo servizio, trovo giusto pagare un abbonamento.

Sandro, Garlenda (SV)

Leggi tutto

What do you think?

193 points
Upvote Downvote

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lampedusa, Conte e le risposte tardive thumbnail

Lampedusa, Conte e le risposte tardive

Legge elettorale, M5s: “Chiederemo di tornare alle preferenze thumbnail

Legge elettorale, M5s: “Chiederemo di tornare alle preferenze