in

Sostenibilità, Beccarello (Confindustria): “Carbon reputation fondamentale”


energia e innovazione

Siglato un accordo tra AbbVie e Rse per definire un “modello di transizione” replicabile basato su una nuova cultura dell’“efficienza di sistema” grazie all’esperienza e le buone pratiche sviluppate dall’azienda biofarmaceutica

default onloading pic
(kotoyamagami – Fotolia)

Siglato un accordo tra AbbVie e Rse per definire un “modello di transizione” replicabile basato su una nuova cultura dell’“efficienza di sistema” grazie all’esperienza e le buone pratiche sviluppate dall’azienda biofarmaceutica

3′ di lettura

“È noto a tutti che l’Italia è uno dei Paesi con il costo dell’energia più elevato, ma il tema del costo dell’energia non basta: oggi per le aziende il tema della decarbonizzazione, la carbon reputation, è un asset fondamentale. Lo dimostra anche la recente evoluzione della finanza sostenibile e come la capacità di attrarre capitali è fondamentalmente imperniata sulla reputazione dal punto di vista del carbon footprint”. Così Massimo Beccarello, vicedirettore per le politiche industriali di Confindustria, in occasione dell’incontro “Energia per innovare il futuro. Imprese sostenibili e smart: le nuove strategie di efficienza energetica per la ripresa all’insegna del Piano Transizione 4.0”.

“L’Italia – sottolinea Beccarello – ha saputo fare molto, riducendo le emissioni per unità di Pil, ma questo percorso non è ancora finito: gli obiettivi che ci eravamo dati al 2030 saranno rafforzati e bisogna fare di più sotto il profilo dell’efficienza energetica. Le nostre imprese sono in una posizione privilegiata e possono cogliere da questa sfida grandi opportunità perché hanno fatto del tema dell’efficienza un tema prioritario”.

Best practice per un “modello di transizione” replicabile

Durante l’incontro – svoltosi on line – è stato presentato un accordo firmato tra l’azienda biofarmaceutica AbbVie e Rse (Ricerca del Sistema Energetico, ente di ricerca pubblico del gruppo Gse) che punta alla sinergia tra ricerca e impresa. Obiettivo dell’intesa è di creare un’importante occasione per promuovere una nuova cultura dell’“efficienza di sistema” nel settore dell’industria che, prendendo spunto dall’analisi dell’esperienza, delle buone pratiche e dai risultati di un approccio di eccellenza di gestione dell’energia realizzato dalla AbbVie nel polo produttivo italiano, consenta la diffusione e la replicabilità di un “modello di transizione” in grado di coniugare efficienza, sostenibilità e produttività dell’impresa.

Toia (AbbVie): consumi di energia abbattuti del 10% dal 2012

E in effetti i risultati ottenuti al sito industriale AbbVie di Campoverde di Aprilia sono di tutto rilievo, a partire da un’autoproduzione dell’energia elettrica che tocca il 90% del fabbisogno, e il 100% dell’energia acquistata certificata green. “Il risparmio energetico, la sperimentazione di nuove tecnologie e la continua ricerca di opportunità di miglioramento hanno permesso una riduzione del 10% del consumo di energia dal 2012 con conseguente abbattimento di oltre 15% delle emissioni dell’anidride carbonica nell’ultimo quinquennio”, ha spiegato Daniela Toia, direttore del Polo Produttivo AbbVie Italia. “L’applicazione della Iso 50001, quale prima azienda del nostro settore e la gestione ottimizzata dell’energia e delle risorse con un approccio mirato all’efficienza di sistema fondano le premesse dell’accordo con Rse e l’analisi del caso AbbVie come esempio virtuoso replicabile – ha aggiunto Toia – Si tratta di una collaborazione, che oltre a fornire spunti di miglioramento per il nostro stesso sito, offre la possibilità di creare un cluster di imprese improntato alla condivisione delle esperienze, per la realizzazione e la facilitazione di interventi coerenti con le strategie di transizione energetica”.

Delfanti (Rse): ”Serve contatto costante con realtà industriali”

“I programmi di ricerca di Rse supportano le istituzioni nella pianificazione energetica, a partire dalla costruzione degli scenari alla base del Pniec, il Piano nazionale integrato per l’Energia e il Clima e l’efficienza energetica, mirata alla competitività industriale, rappresenta una chiave di volta della sostenibilità”, ha invece sottolineato Maurizio Delfanti, amministratore delegato di Rse. L’accordo di collaborazione con AbbVie, punta a “creare una sinergia e un dialogo, per promuovere lo sviluppo industriale nella consapevolezza che sarà vero sviluppo solo se raggiungerà l’obiettivo di sostenibilità che l’Italia e l’Europa si sono date per i prossimi anni”.“Sono fermamente convinto – ha poi concluso – che per fare bene il nostro lavoro serve un contatto costante con le realtà industriali”,perchè “quello dell’efficienza energetica nel nostro Paese è uno dei punti più complicati del Pniec. Solo conoscendo in profondità questa realtà riusciamo a far bene il nostro lavoro”.

Escorte galati

Rizolvere problemini di eiaculazione

What do you think?

199 points
Upvote Downvote

Written by admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

coronavirus-italia-news-ultime-notizie-aggiornamenti-15-luglio

Bomba d’acqua a Palermo: 2 morti. Auto sommerse