in

Sì a gite di famiglia e visite ai defunti, ma restano zone d’ombra


La ripartenza

Le Faq Palazzo Chigi comprendono nei congiunti anche gli affetti stabili da cui però, secondo fonti govenative, sarebbero esclusi gli amici

di Marisa Marraffino

default onloading pic

2′ di lettura

La fase due è nelle nostre mani. Sarà affidata al buon senso di chi da lunedì ricomincerà a lavorare e degli agenti sul territorio, chiamati ad applicare le norme.
Le faq della presidenza del Consiglio dei ministri aprono di fatto agli spostamenti, lasciando in concreto quasi a tutti la possibilità di muoversi con facilità, soprattutto all’interno della regione.
Le norma lasciata in bianco o comunque elastica è stata definita da Karl Binding nel XIX secolo come “un corpo errante che cerca la sua anima”, con tutti i limiti e le difficoltà del caso. Può diventare pericolosa se resta priva della sua necessaria integrazione, col rischio di mandare in tilt i controlli sul territorio.
La polemica sui “congiunti” dei giorni scorsi ha messo in luce la difficoltà delle norme emergenziali di segnare i confini, dettare le regole, essere comprese da tutti.
Sarà necessaria, in ogni caso l’autocertificazione, ma che rischierà di vanificare la possibilità di verifica da parte degli agenti.
Le Faq chiariscono che nei congiunti sono ricompresi anche gli affetti stabili, nozione da cui sarebbero però esclusi gli amici. Secondo fonti del Governo interpellate dopo l’uscita delle Faq gli amici non rientrano infatti tra gli “stabili legami affettivi” che giustificano gli spostamenti dal
4 maggio.

Le Faq aprono però sulle gite di famiglia e sulle visite ai defunti

Il caro defunto
Ci si potrà spostare all’interno della propria regione per far visita a un “caro defunto” che non sarà necessariamente un congiunto, ma anche un amico, un conoscente, qualcuno al quale vogliamo rendere visita.
Impossibile per gli agenti verificare o opporsi a uno spostamento sulla base di questa motivazione.

Gli spostamenti in auto e in bicicletta
Si potrà svolgere attività motoria all’interno della propria regione anche spostandosi con i mezzi pubblici oppure in auto, bicicletta o moto, utilizzabili per raggiungere il luogo in cui si vuole passeggiare, correre, andare in bicicletta.
Le faq allargano alla possibilità di raggiungere, mare, laghi, montagne.
Non si dovranno creare assembramenti o sostare nei posti che si raggiungono, ma in ogni caso ci si potrà andare.
Si apre di fatto alle gite di famiglia.
Scelta legittima che cozza però con l’obbligo di autocertificare gli spostamenti all’interno della regione.

Spola tra domicilio e residenza
È vietato fare avanti e indietro tra domicilio e residenza se non ci sono motivi di lavoro, di salute o di assoluta urgenza.
Se si raggiunge la residenza o il proprio domicilio fuori regione, poi restano i limiti per gli spostamenti all’interno della regione in cui ci si trova.

Escorte galati

Rizolvere problemini di eiaculazione

What do you think?

5399 points
Upvote Downvote

Written by admin

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Vaccino anti-Covid, Italia in prima fila con 130 milioni. Telefonata Conte-Gates

Andare a lavoro, fare sport, visitare i parenti: quando serve l’autocertificazione?