in

Scuola, sul rientro in classe l’incognita della mascherina



IL RITORNO IN AULA

Oggi la riunione del comitato tecnico scientifico: l’ipotesi di poter togliere la protezione quando si è seduti al banco. Ma per gli studenti delle superiori l’obbligo varrebbe per il tutto tempio trascorso in aula

Scuola, la consegna dei primi banchi monoposto

Oggi la riunione del comitato tecnico scientifico: l’ipotesi di poter togliere la protezione quando si è seduti al banco. Ma per gli studenti delle superiori l’obbligo varrebbe per il tutto tempio trascorso in aula

2′ di lettura

È uno dei nodi principali del rientro a scuola previsto già da domani 1°settembre non solo per i docenti ma anche per tanti alunni alle prese con i corsi di recupero: l’uso della mascherina. Il tema verrà affrontato oggi dal comitato tecnico-scientifico della Protezione civile e l’orientamento degli esperti sarebbe quello di dare disposizioni differenziate a seconda dell’età degli studenti: da zero ai sei anni, come noto, la mascherina non va indossata; per alunni di elementari e medie i dispositivi di protezione potranno essere tolti quando si è seduti al banco e viene rispettata la distanza di sicurezza di un metro; alle superiori, invece, come all’università l’obbligo di mascherine potrebbe valere per tutto il tempo trascorso in aula.

Il trasporto

Il parere degli esperti orienterà le decisioni la Conferenza Unificata nella quale Governo e amministrazioni locali dovranno trovare un accordo su un altro tema decisivo, quello dei trasporti. Dopo il burrascoso confronto dei giorni scorsi, la soluzione potrebbe essere stata trovata: per treni e bus la capienza dovrebbe essere alzata al 75-80% e una nuova copertura di fondi dovrebbe garantire un aumento delle linee per sopperire al restante 20%.

Le date

La data della ripresa ufficiale delle lezioni – quella del 14 settembre – slitterà in alcune regioni. Lo schema delle date resta frammentato e potrebbe ancora salire, nei prossimi giorni, il numero delle Regioni che decideranno di riaprire le scuole dopo le elezioni e il referendum del 20 e 21 settembre. A parte la Provincia autonoma di Bolzano, che riaprirà in anticipo il 7 settembre, la Puglia ha fissato la data del 24, così come la Calabria, mentre in Campania Vincenzo De Luca deciderà solo alla metà della prossima settimana, valutando l’andamento dei dati sul contagio, che nella regione sono in netto aumento. Nelle prossime ore anche l’Abruzzo potrebbe decidere per il 24 settembre, mentre la Sardegna – dove si voterà anche per le suppletive e il 25 ottobre per le comunali – ha già stabilito il 22 come data di ritorno a scuola.

Escorte galati

Rizolvere problemini di eiaculazione

What do you think?

193 points
Upvote Downvote

Written by admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ferrari, sprofondo rosso: perché Binotto non fa la fine di Sarri?

Lampedusa, via ai trasferimenti di migranti con due navi della Gdf