in

Scuola, Azzolina firma l’ordinanza: tutti in classe da lunedì 14 settembre


anno scolastico 2020/21

Nei giorni scorsi, la ministra aveva assicurato anche la riapertura a settembre delle scuole materne, con più personale per tener conto dell’emergenza Covid

default onloading pic
(ANSA)

Nei giorni scorsi, la ministra aveva assicurato anche la riapertura a settembre delle scuole materne, con più personale per tener conto dell’emergenza Covid

2′ di lettura

La ministra della Pubblica istruzione Lucia Azzolina (M5S) ha firmato l’ordinanza che stabilisce l’avvio delle lezioni per l’anno scolastico 2020/21 a partire da lunedì 14 settembre. La data prevista dall’ordinanza vale per tutte le scuole dell’infanzia, del primo ciclo e del secondo ciclo di istruzione appartenenti al sistema nazionale di istruzione, compresi i Centri provinciali per l’istruzione degli adulti, su tutto il territorio nazionale. Le Regioni adotteranno, poi, le determinazioni di propria competenza in materia di calendario scolastico, ferma restando la necessità di effettuare almeno duecento giorni di lezione, secondo quanto stabilito dalla normativa vigente. Confermato anche lo svolgimento, a decorrere dal 1° settembre, delle attività di integrazione e recupero degli apprendimenti relativi all’anno scolastico 2019/2020.

Per le Materne ripartenza “con più personale”

Nei giorni scorsi, la ministra aveva assicurato anche la riapertura a settembre delle scuole materne, con più personale per tener conto dell’emergenza Covid. “La scuola dell’infanzia è un segmento della scuola per cui noi abbiamo la massima attenzione, perché i bambini sono quelli che hanno sofferto di più durante il lockdown e non abbiamo parlato di distanziamento nella scuola d’infanzia nelle linee guida perché non può esserci – aveva spiegato – Per questo lì daremo più organico di personale. Noi ce la facciamo a riaprire a settembre”. Azzolina, però, non ha quantificato l’aumento dell’organico: “Lo stiamo quantificando regione per regione”.

Il 28 luglio informativa alla Camera su riapertura scuole

Ufficializzata dunque la data di inizio delle lezioni non si placano le polemiche sugli arredi scolastici e i banchi “anti-Covid” su cui il commissario Domenico Arcuri ha lanciato un bando che secondo le imprese del settore rischia però di andare deserto. Per la ripartenza di settembre la scuola dovrebbe poter contare su circa 2,9 miliardi di euro per gli investimenti, cui si aggiungono altri 236 milioni di euro di libri scolastici gratuiti per gli studenti in difficoltà. Gli stanziamenti in programma, le difficoltà a reperire sul mercato i nuovi arredi e il calendario delle riaperture saranno al centro di una informativa chje la ministra terrà in Aula alla Camera il prossimo 28 luglio alle ore 12, come deciso dalla conferenza dei capigruppo di Montecitorio.

Escorte galati

Rizolvere problemini di eiaculazione

What do you think?

193 points
Upvote Downvote

Written by admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Coronavirus, Rezza: «Molti focolai causati dagli arrivi da paesi a rischio»

Zanardi trasferito al San Raffaele di Milano, 'condizioni instabili' thumbnail

Zanardi trasferito al San Raffaele di Milano, ‘condizioni instabili’