in

Saldi al via in tutta Italia. Budget ridotto, scarpe e magliette i prodotti più ricercati



commercio

Secondo Confesercenti il budget medio previsto per gli acquisti passa a 116 euro, il 20% in meno dello scorso anno (146 euro).

Effetto Covid sui saldi, atteso oltre -40% spesa

Secondo Confesercenti il budget medio previsto per gli acquisti passa a 116 euro, il 20% in meno dello scorso anno (146 euro).

2′ di lettura

Saldi estivi al via ufficialmente in tutta Italia. Dopo l’apertura anticipata di Sicilia e Calabria (il 1° luglio), Campania (21 luglio) e Piemonte, Lombardia e Friuli-Venezia Giulia (la scorsa settimana), le vendite di fine stagione partono dal 1° agosto in tutte le restanti regioni d’Italia. Lo ricorda Confesercenti in una nota nella quale riporta i dati del sondaggio realizzato con Swg, condotto su un campione di mille consumatori e di 6mila imprese dell’abbigliamento e delle calzature. Le prospettive – spiega Confesercenti – sono timidamente positive, con un interesse dei consumatori in crescita: 6 italiani su 10 hanno già deciso di acquistare (o già acquistato, nelle regioni in cui le vendite sono già partite). Un dato quasi doppio rispetto al 33% registrato in occasione dei saldi estivi dello scorso anno.

Budget tra 116 e 135 euro

In calo, invece, il budget medio previsto per gli acquisti, che passa a 116 euro, il 20% in meno dello scorso anno (146 euro). Secondo la FederazioneModaItalia-Confcommercio, invece, rispetto all’anno scorso i consumatori spenderanno 1,4 miliardi di euro in meno. E ogni famiglia destinerà 135 euro per gli acquisti in saldo. Le restrizioni del coronavirus hanno comunque avuto grande impatto e la decisione di spostare avanti di un mese i saldi non ha trovato tutti i negozianti concordi e in molti hanno avviato promozioni e pre-saldi.

Grandi catene in testa alle preferenze

Anticipi o no – spiega Confesercenti – i consumatori sembrano comunque orientati a sfruttare l’occasione dei saldi su più canali di vendita. Con buone previsioni per i negozi indipendenti: il 29% segnala di voler compiere qui i propri acquisti, una quota di poco inferiore a chi sceglie le grandi catene (33%). Il 26% comprerà anche in un outlet, mentre il 16% si rivolgerà ad un negozio di un brand in franchising. Farà shopping online, invece, un quarto (25%) degli intervistati.

Scarpe e magliette i prodotti più ricercati

Scarpe e magliette saranno i prodotti più ricercati: le calzature sono nella lista degli acquisti da fare del 56% dei consumatori che parteciperanno ai saldi, il 48% per le magliette. Seguono, nei desideri dei clienti, camicie e camicette (indicate dal 32%), intimo (26%) e costumi (18%). «Quest’anno i saldi estivi sono un’ottima occasione per i clienti – spiega Fabio Tinti, presidente nazionale di Fismo Confesercenti – I negozi hanno un vasto assortimento e offrono sconti più alti del solito, anche per cercare di recuperare parte della liquidità persa durante il lockdown e contenere i danni di un anno difficile»

Escorte galati

Rizolvere problemini di eiaculazione

What do you think?

193 points
Upvote Downvote

Written by admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecobonus auto al via, 3mila domande in due ore. Come funziona e come fare per ottenerlo

Speranza: «No all’allentamento delle misure sui treni». Restano distanziamento e mascherine