in

Ritorno a scuola, le sei “dritte” di Save the Children ai genitori per aiutare i figli



LA RIPARTENZA DOPO IL LOCKDOWN

Dall’ascoltare al rassicurare, dalla necessità di mettere in campo un gioco di squadra con gli altri genitori e i docenti al non discriminare, un breve prontuario per affrontare la ripresa delle lezioni

di An.C.

Azzolina: ‘scuola sicura’. Ma una su 4 non apre come prima

Dall’ascoltare al rassicurare, dalla necessità di mettere in campo un gioco di squadra con gli altri genitori e i docenti al non discriminare, un breve prontuario per affrontare la ripresa delle lezioni

3′ di lettura

Pochi, semplici suggerimenti per genitori e adulti che tra pochissime ore si troveranno ad accompagnare i propri figli a scuola dopo lo stop causato dal lockdown. L’obiettivo è fare in modo che i bambini si lascino definitivamente alle spalle i mesi di isolamento che molti bambini hanno dovuto attraversare. È una sorta di “prontuario” quello che ha redatto Save the Children, l’Organizzazione internazionale che da oltre 100 anni è impegnata nella tutela della vita e dei diritti dei bambini. Ecco sei soluzioni che potrebbe essere utile adottare per un rientro sui banchi il più possibile sereno.

Ascoltare

L’ascolto dei bambini è il primo passo per comprendere quale sia il loro stato emotivo rispetto alla ripresa delle attività scolastiche accogliendo le loro eventuali preoccupazioni. Sarà fondamentale non solo rassicurarli e quindi evitare di esprimere eccessiva preoccupazione e ansia legate al contagio da Covid-19, ma anche stimolare la condivisione delle attività scolastiche, il racconto di esperienze nuove, positive e divertenti che vivranno a scuola.

Collaborazione

La ripresa delle attività scolastiche dopo la sua sospensione, rappresenta un momento molto delicato sia per bambini e ragazzi che per gli insegnanti. Per questo è indispensabile collaborare con loro, cercando di trasmettere messaggi coerenti in linea con quelli di dirigenti insegnanti e personale scolastico. Solo lavorando insieme si avrà una ripresa sicura e una scuola accessibile a tutti.

È opportuno “fare squadra” con gli altri genitori e sostenere famiglie e bambini che mostrano particolari difficoltà in questo periodo può davvero fare la differenza. Essere solidali e disponibili anche solo ascoltando e mostrandosi propositivi nel trovare soluzioni insieme, può sicuramente essere d’aiuto per le famiglie più vulnerabili.

Fornire informazioni semplici e chiare

Dire la verità nel modo più semplice è sempre la cosa migliore da fare. Informare i più piccoli con un linguaggio semplice e adatto alla loro età è il modo migliore per tranquillizzarli e facilitare la comprensione di ciò che sta accadendo intorno a loro. Per farlo al meglio, ciascun adulto può confrontarsi con la scuola, fare riferimento a fonti ufficiali come ad esempio il Ministero dell’istruzione e della salute.

Escorte galati

Rizolvere problemini di eiaculazione

What do you think?

193 points
Upvote Downvote

Written by admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Covid, il piano d’autunno del governo: 200mila tamponi al giorno e super macchinari

Let You Shine Apk Mod v3.43.3 All Unlocked • Android • Real Apk Mod