in

Quarantene, più vigilanza: si punta su Covid hotel, navi e caserme



circosc rivere il rischio

É allarme per i numeri del contagio che risalgono. E per il ticket internazionale di molti positivi

di N.Co.

Coronavirus, 28 migranti positivi sulla nave quarantena Moby Zaza

É allarme per i numeri del contagio che risalgono. E per il ticket internazionale di molti positivi

2′ di lettura

É allarme per i numeri del contagio da coronavirus che risalgono. E per il ticket internazionale di molti positivi. Per evitare di vanificare gli sforzi fatti nel periodo di lockdown, il governo cerca di circoscrivere il rischio per il Paese, studiando una ulteriore stretta sugli arrivi. Oltre al divieto di ingresso nel Paese da 13 Stati, si punta all’allargamento del blocco ad altri Paesi dove il virus ha un’alta circolazione. E sul respingimento immediato, come già è successo per 11 peruviani in arrivo da Madrid. Il cordone delle chiusure si allargherà sicuramente al Pakistan, da dove sono giunti in Italia vari casi di viaggiatori positivi al nuovo coronavirus.

Requisire caserne e navi

E poi requisire navi e caserme, accanto ai Covid hotel, per isolare i positivi e mettere sotto controllo le quarantene. Ed evitare di moltiplicare i contagi, come ha fatto un commerciante bengalese 39enne di Dacca, positivo da giorni e ora in un Covid hotel a Rebibbia, a Roma. Prima di essere individuato, nonostante avesse la tosse da una settimana, ha incontrato decine e decine di persone. Sotto la lente molti suoi contatti, dai 5 coinquilini alle persone che ha incontrato nel corso del suo lavoro.

Si cerca un’altra nave quarantena

E oltre alla Moby Zazà, dislocata a Porto Empedocle, sic erca un’altra nave da collocare tra Calabria e Sicilia, da destinare alla quarantena dei migranti positivi che sbarcano sulle coste italiane, dopo l’impennata di arrivi degli ultimi giorni e, in particolare, la situazione in Calabria. Dove sono in atto preteste e blocchi stradali. La presidente della Regione Jole Santelli ha scritto al premier Giuseppe Conte, minacciando, in assenza di un intervento, di vietare gli approdi con un’ordinanza per emergenza sanitaria. La governatrice di centrodestra ha chiesto navi quarantena sul modello della Moby Zazà e nuove misure per «evitare che gli immigrati vengano gestiti, da un punto di vista sanitario, solo dopo il loro sbarco a terra». Ha chiesto «la requisizione di unità navali, da dislocare davanti alle coste delle regioni italiane maggiormente interessate, a bordo delle quali potranno essere svolti i controlli sanitari e in caso di positività la quarantena obbligatoria».

Rafforzata la sorveglianza sulle strutture per l’isolamento

E i ministeri dell’Interno e delle Infrastrutture e dei Trasporti stanno attivando una procedura d’urgenza per individuare in tempi rapidi una seconda nave da destinare come struttura per lo svolgimento del periodo di quarantena dei migranti sbarcati in Italia. Rafforzati i presidi di sorveglianza delle strutture attualmente utilizzate per l’isolamento dei migranti peer evitare fughe che causerebbero un ulteriore aumento dei contagi.

Escorte galati

Rizolvere problemini di eiaculazione

What do you think?

195 points
Upvote Downvote

Written by admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Mattarella-Pahor, mano nella mano davanti alla foiba di Basovizza. Il Capo dello Stato: «Di fronte a sfida Covid confido Ue adotti soluzioni innovative»

La gestione dei rifiuti di Roma sotto inchiesta: sequestrato il Tmb di Rocca Cencia