in

Professionisti, già erogati 270mila bonus da 600 euro. In tutto le richieste sono 454mila



ISCRITTI AD ORDINI E ALBI

Il numero di domande ricevute non trova copertura nel fondo di 200 milioni, in attesa di un rifinanziamento 120mila richieste resteranno in sospeso.

di Federica Micardi

Baretta (Tesoro): bonus 600 euro sale a 800 per partite Iva, autonomi e professionisti

4′ di lettura

I bonus da 600 euro già arrivati nelle tasche dei professionisti iscritti agli Ordini sono più di 270mila. Ad eccezione di un paio di enti che ancora non hanno dato il via all’erogazione (Enpaf – farmacisti e Cassa notariato) le altre Casse hanno già fatto partire i pagamenti. C’è chi procede a scaglioni (come Cassa forense) e chi ha versato tutto subito (ad esempio, Enpam-medici). Va detto però che la prima ha ricevuto 130mila domande la seconda poco più di 20mila.

Nonostante la riduzione della platea operata con il Dl 23 dell’8 aprile – che ha previsto l’iscrizione in via esclusiva per poter chiedere il bonus – è chiaro che lo stanziamento di 200 milioni di euro non basta a coprire le 410.459 domande ammesse arrivate dal 1° al 7 aprile (poco meno di 13mila sono quelle scartate). Il numero sale a 454.541 domande se si conteggiano anche quelle arrivate nella seconda settimana . Ad ora, senza un rifinanziamento del fondo, restano escluse circa 120mila domande, per un totale di 72 milioni di euro. Per restare nei limiti del Fondo di 200 milioni, le Casse di comune accordo hanno stabilito un criterio di ripartizione che è stato presentato ai ministeri con il primo resoconto inviato l’8 aprile e su cui Lavoro ed Economia non si sono espressi. Il timore, infatti, è che vengano erogati più soldi di quanti non ce ne siano a disposizione, con conseguenze tutte da scoprire.

Sul bonus per i professionisti iscritti agli Ordini è stata presentata in Senato dall’onorevole Bruno Astorre (Pd), nella seduta 207 del 16 aprile , un’interrogazione al ministro del Lavoro per chiede se intende eliminare il requisito dell’iscrizione in via esclusiva, che priva dall’aiuto migliaia di soggetti con redditi bassi. L’onorevole Astorre sottolinea il fatto che non è infrequente la situazione di molti professionisti e lavoratori autonomi che, pur svolgendo una sola attività lavorativa, riferita al proprio ordine professionale di appartenenza, risultino ancora iscritti alla gestione separata dell’Inps; «perché – sottolinea – non sussiste a tutt’oggi uno strumento in grado di consentire la cancellazione dalla gestione separata».

Il dettaglio Cassa per Cassa delle domande ammesse al 14 aprile:

Avvocati – Cassa forense Sono stati fatti già 73.881 accrediti, altri 32mila saranno accrdeitati dei prossimi giorni. L’ente ha ricevuto in tutto 136.095 richieste

Escorte galati

Rizolvere problemini di eiaculazione

What do you think?

5399 points
Upvote Downvote

Written by admin

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Fase due coronavirus, Lombardia ed Emilia-Romagna a Conte: apertura per filiere

Una dose di vodka, due di cognac: il cocktail che uccide il Covid-19 da Minsk e Nairobi