in

Passeggiate, messe, seconde case, bagno al mare: che cosa si può fare, regione per regione



Ordinanze

Nonostante il Governo abbia delineato con un nuovo Dpcm un piano per ripartire dal 4 maggio, non mancano le ordinanze delle Regioni che anticipano su alcune riaperture

di An.C.

Coronavirus, ecco chi sono congiunti che si possono incontrare

5′ di lettura

Cosa si può fare? E dove? Domande che non sembrano fuori luogo in questi giorni di transizione dalla fase uno di gestione dell’emergenza coronovirus, alla fase due. Mentre infatti il Governo, dopo una trattativa non facile con le parti sociali e gli enti locali, ha messo nero su bianco un nuovo Dpcm nel quale ha delineato la fase due nella gestione dell’emergenza coronavirus, a partire dal 4 maggio, alcune regioni hanno deciso di anticiparlo e di portarsi avanti con le aperture. Una vera e propria fuga in avanti, con in prima fila il fronte del Nord.

Il braccio di ferro tra Governo e Regioni sui tempi delle aperture aumenta la confusione dei cittadini, che si chiedono dove è possibile acquistare un piatto d’asporto, o raggiungere già da ora la seconda casa, o farsi una nuotata al mare. Incertenza che può tradursi in manifestazioni di malcontento e insofferenza crescente. E forse non è un caso che, con poco preavviso, Conte nelle ultime ore abbia scelto di recarsi nel cuore della crisi Covid-19: la Lombardia governata da quell’Attilio Fontana con cui i rapporti sono stati perlomeno altalenanti.

Lo strappo del Veneto: si possono raggiungere le seconde case
Rimane il fatto che le Regioni del Nord si smarcano dalle scelte dell’esecutivo. Il caso più emblematico è quello del Veneto: prima la Regione guidata dal leghista Luca Zaia ha deciso di far ripartire subito la vendita di cibo e bevande per asporto, senza aspettare il 4 maggio come prevede invece il provvedimento dell’esecutivo (la stessa scelta è stata fatta da Abruzzo, Toscana e Liguria). «Stiamo portando avanti un’idea per la rapertura dei ristoranti», ha poi spiegato Zaia (nel piano dell’esecutivo dovrebbero aprire il 1 giugno). Poi, con una nuova ordinanza, ha deciso di consentire lo spostamento individuale nella Regione per raggiungere le seconde case di proprietà o le barche ormeggiate fuori del Comune di residenza per manutenzione e riparazioni.

Lombardia, al lavoro per consentire celebrazione messe
Se il Veneto anticipa, la Lombardia , anch’essa a trazione leghista, non è da meno: sta pensando di autorizzare le messe, superando in questo modo il governo su un dossier molto delicato, sul quale l’esecutivo nelle ultime ore si è scontrato con l’episcopato italiano. Fontana ha firmato un’ordinanza con nuove direttive per l’apertura dei mercati scoperti che si applicheranno da domani, 29 aprile.

Trentino: consentito fare shopping sul tragitto da casa al lavoro
Dal 27 aprile in Trentino genitori con figli minori, così come anziani e disabili con i loro accompagnatori, possono passeggiare nelle vicinanze della propria abitazione. Lo ha previsto una nuova ordinanza del presidente della Provincia autonoma di Trento, Maurizio Fugatti (Lega). È anche possibile coltivare orti e terreni anche fuori dal proprio Comune di residenza, ma solo una persona alla volta. Si può fare acquisti nei negozi sul tragitto da casa al lavoro, anche fuori dal proprio Comune di residenza, e usare le piste ciclabili per andare e tornare dal lavoro. Il provvedimento consente anche l’accesso ai negozi florovivaistici, nel proprio Comune o in quello più vicino, con l’obbligo di indossare la mascherina. Il dispositivo dovrà essere indossato anche per l’accesso ai mercati (sono aperti solo quelli alimentari ma senza bancarelle che preparano cibo pronto al consumo), e anche negli uffici pubblici e nei luoghi pubblici. Da, domani, mercoledì 29, è prevista un’altra piccola novità: l’acquisto ed il ritiro di cibo da asporto, con prenotazione telefonica. Il cibo ordinato, però, andrà consumato nella propria abitazione dopo averlo prelevato indossando la mascherina.

Escorte galati

Rizolvere problemini di eiaculazione

What do you think?

5399 points
Upvote Downvote

Written by admin

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Intelligenza artificiale e uomo: calla for papers

Mascherine, i primi espulsi dal mercato con il tetto a 0,5 euro