in , , ,

Nel piano tamponi un test rapido unico per influenza e Covid

Nel piano tamponi un test rapido unico per influenza e Covid thumbnail

la strategia d’autunnoIl Governo punta a potenziare la capacità di fare test, mercoledì giunti al record di oltre 100mila. Speranza: «A studenti e docenti 11 milioni di mascherine chirurgiche»di Marzio BartoloniCovid, Speranza: entro 2020 prime dosi vaccino AstrazenecaIl Governo punta a potenziare la capacità di fare test, mercoledì giunti al record di oltre 100mila. Speranza: «A studenti e docenti 11 milioni di mascherine chirurgiche»3′ di letturaNon solo raddoppiare e triplicare i tamponi che mercoledì per la prima volta hanno superato quota 100mila, raggiungendo – record assoluto – il numero mai raggiunto finora di 102.959 esami in un solo giorno. Ma affiancare sempre di più ai tamponi tradizionali anche quelli rapidi testati oggi in aeroporti, porti e stazioni che nei prossimi giorni dovrebbero conquistare una validazione ufficiale da parte dell’Istituto superiore di Sanità, facendo debuttare nelle prossime settimane anche un nuovo multi-test rapido in grado di individuare la positività al covid o ai virus influenzali. Uno strumento, quest’ultimo, che potrebbe dimostrarsi cruciale per provare a fare diagnosi più sicure in vista dell’arrivo delle sindromi influenzali che l’anno scorso hanno colpito quasi 8 milioni di italiani e che molto spesso hanno gli stessi sintomi del Covid.Prende dunque sempre più corpo il piano del Governo e del ministro della Salute Roberto Speranza per l’autunno quando potrebbe scatenarsi la tempesta perfetta con la convivenza forzata tra influenza e Covid con il rischio di scatenare l’ingorgo nei pronto soccorso e negli ambulatori medici. Da qui lo sforzo per provare a potenziare nelle prossime settimane la potenza di fuoco nei test – tra tamponi ed esami rapidi – oltre che all’aumento delle dosi di vaccino contro l’influenza (salite quest’anno da 10 milioni a 17 milioni). Un maxi-piano da almeno 30 milioni di tamponi – si veda il Sole 24 Ore di ieri – giudicato «plausibile» dal viceministro della Salute Pierpaolo Sileri ieri a 24Mattino su Radio24 . «È un numero vicino alla realtà. Ma dobbiamo monitorare – ha proseguito Sileri – perché solo così possiamo prevedere cosa può accadere, dobbiamo solo essere pronti». Quanto al numero di tamponi giornalieri, secondo Sileri «andranno fatti con giudizio, là dove servono ci saranno dei picchi di 300mila o anche 400mila, ma non sarà una costante, fino ad aprile giugno quando sarà pronto il vaccino». Largo anche ai test sierologici distribuiti dai medici di base: «Andando avanti avremo bisogno di una campagna di sorveglianza superiore a quella di oggi», ha spiegato il viceministro. Che riguardo ai vaccini anti influenzali ancora insufficienti, ha poi annunciato: «Siamo pronti a comprare nuove dosi».Ieri il ministro Speranza durante l’informativa sull’emergenza Covid ha confermato che domani presenterà ai ministri della Salute Ue la sua proposta di prevedere test e tamponi in tutti i grandi aeroporti europei da fare in partenza o all’arrivo secondo un meccanismo di reciprocità: «Se non vogliamo correre il rischio di ulteriore riduzione di mobilità tra paesi, l’idea di fare test nei principali aeroporti del continente ci sembra un’idea giusta», ha spiegato Speranza. Che ieri ha ribadito come ora la «priorità assoluta» sia la riapertura delle scuole a settembre. E per facilitare questo atteso rientro ogni giorno+ «saranno distribuite 11 milioni di mascherine chirurgiche a studenti e personale scolastico. Siamo l’unico Paese in Europa e al mondo a farlo». Infime il ministro della Salute ha sempre ieri in Parlamento ha ribadito l’accelerazione sul vaccino per il Covid: «Nelle ultime ore è stato reso definitivo il contratto tra la Commissione europea e Astrazeneca», in cui «c’è scritto che le prime dosi, se il vaccino dovesse essere confermato come sicuro, saranno già disponibili entro la fine del 2020».Ieri intanto il Viminale ha annunciato la distribuzione a partire da venerdì di 15 milioni di mascherine per i seggi in vista del voto del 20-21 settembre.

What do you think?

193 points
Upvote Downvote

Written by admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Borse ancora in salita, l'euro sotto 1,18 dollari. A Piazza Affari scivola Atlantia thumbnail

Borse ancora in salita, l’euro sotto 1,18 dollari. A Piazza Affari scivola Atlantia

Russia, Cina, Usa, paesi Ue: a che punto è la corsa al vaccino anti-Covid nel mondo thumbnail

Russia, Cina, Usa, paesi Ue: a che punto è la corsa al vaccino anti-Covid nel mondo