in

Mese dell’educazione finanziaria, si riparte dalla previdenza


terza edizione

Dal 26 al 31 ottobre si svolgerà la settimana dell’educazione previdenziale. L’iniziativa, alla sua prima edizione, nasce con l’obiettivo di aumentare la cultura previdenziale dei cittadini, a partire dai più giovani, favorendo una migliore comprensione del funzionamento del sistema di previdenza italiano, obbligatorio e complementare

default onloading pic
(andyller – stock.adobe.com)

Dal 26 al 31 ottobre si svolgerà la settimana dell’educazione previdenziale. L’iniziativa, alla sua prima edizione, nasce con l’obiettivo di aumentare la cultura previdenziale dei cittadini, a partire dai più giovani, favorendo una migliore comprensione del funzionamento del sistema di previdenza italiano, obbligatorio e complementare

2′ di lettura

Sono ufficialmente aperte le candidature per organizzare conferenze, webinar, iniziative culturali, seminari informativi, spettacoli, giornate di gioco e formazione sull’educazione finanziaria che si svolgeranno in tutta Italia il prossimo ottobre nell’ambito del programma nazionale di Educazione finanziaria, giunto alla sua terza edizione.

Il portale

I temi di quest’anno saranno centrati sulle scelte finanziarie ai tempi del Covid 19, con un taglio dedicato alla previdenza. Il Comitato invita associazioni, istituzioni, imprese, università e centri di ricerca, scuole, fondazioni, pubbliche amministrazioni e qualsiasi organizzazione voglia impegnarsi sul campo dell’educazione finanziaria con eventi di qualità a presentare la propria candidatura attraverso l’apposito form online che sarà attivo dal 10 giugno sul portale quellocheconta.gov.it.

Mille appuntamenti

Come evolvono le scelte finanziarie personali e familiari correlate all’emergenza Coronavirus? Quali opportunità offre a famiglie e imprese la trasformazione digitale dei servizi bancari e finanziari? Questi e molti altri interrogativi saranno affrontati nel corso del Mese, con un ricco calendario di eventi online e in presenza: conferenze, webinar, iniziative culturali, seminari informativi, spettacoli, giornate di gioco e formazione rivolte a adulti, ragazzi e bambini.

Educazione previdenziale

Gli eventi del Mese dell’educazione finanziaria saranno gratuiti e senza scopo di lucro e potranno essere organizzati da una pluralità di enti pubblici e privati. Dal 26 al 31 ottobre, in particolare, si svolgerà la settimana dell’educazione previdenziale. L’iniziativa, alla sua prima edizione, nasce con l’obiettivo di aumentare la cultura previdenziale dei cittadini, a partire dai più giovani, favorendo una migliore comprensione del funzionamento del sistema di previdenza italiano, obbligatorio e complementare.

Logo ufficiale

Come spiega in una nota il Comitato, presieduto dalla professoressa Annamaria Lusardi, «saranno accolte tutte le iniziative che avranno l’obiettivo di accrescere le conoscenze di base sui temi assicurativi, previdenziali e di gestione e programmazione delle risorse finanziarie personali e familiari, secondo i requisiti fissati dalle Linee guida disponibili sul portale del Comitato». L’adesione consentirà di utilizzare il logo ufficiale del Mese e di essere presenti nella sua promozione su scala nazionale, così da garantire agli organizzatori delle singole iniziative una maggiore visibilità e favorire l’efficacia delle azioni attraverso il coordinamento con gli altri soggetti partecipanti. «Per tutti i soggetti che aderiranno al Mese con proprie iniziative – conclude la nota – saranno a disposizione strumenti interattivi per condividere le informazioni sugli eventi, conoscere chi in Italia si impegna su questo fronte, creare sinergie».

Escorte galati

Rizolvere problemini di eiaculazione

What do you think?

193 points
Upvote Downvote

Written by admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Frontiere aperte con paletti, Di Maio vola ad Atene. Italia secondo paese fornitore della Grecia

L’economista Lusardi: «Conoscenza e previdenza per uscire più forti dalla crisi»