in

Maturità e terza media, tutti ammessi per legge: via libera al decreto


emergenza coronavirus

Il governo approva il provvedimento con gli esami di Stato «light». Nelle altre classi promozioni per tutti anche con voti bassi e recuperi dal 1° settembre

di Eugenio Bruno e Claudio Tucci

Coronavirus: tutti ammessi alla maturità

3′ di lettura

Ammissione maxi per esami mini. È l’effetto collaterale che l’emergenza coronavirus riserverà agli 1,1 milioni di studenti dell’ultimo anno di medie e superiori, privatisti inclusi, per effetto del decreto messo a punto dalla ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, e approvato dal Consiglio dei ministri lunedì 6 aprile. In un contesto generale che porterà tutti i loro colleghi delle classi precedenti a ottenere una promozione “per legge” anche con 2 o 3 insufficienze. Rinviando al prossimo anno scolastico la resa dei conti con i debiti da recuperare. Sciolto il nodo sui precari: nell’ultima bozza il ministero può bandire quelli già autorizzati.

TUTTI I NUMERI DELLA MATURITÀ

Fonte: Ministero dell’istruzione

TUTTI I NUMERI DELLA MATURITÀ

Maturità sempre più light
A giugno saranno ammessi automaticamente all’esame di quinta superiore tutti e 510mila aspiranti maturandi. A prescindere che le scuole riaprano prima o dopo il 18 maggio: la data spartiacque scelta dal governo per decidere che ne sarà delle prove in calendario dal 17 giugno. Per quest’anno, infatti, non saranno requisiti obbligatori la partecipazione alle prove Invalsi in italiano, matematica, inglese e lo svolgimento delle ore minime di alternanza scuola-lavoro (che troverà comunque spazio in sede di colloquio).

L’esame sarà “light” anche tornando in classe entro il 18 maggio. In quel caso le prove rimarranno tre, due scritti e l’orale. Ma il secondo scritto (quello di indirizzo, il più temuto dai ragazzi), anziché essere nazionale come il compito di italiano, verrà messo a punto dalle commissioni. Tutte interne, tranne il presidente esterno. Qualora si riapra dopo quella data o non si riapra affatto, la maturità consisterà solo nel colloquio, che potrebbe anche essere svolto a distanza. A deciderlo saranno una o più ordinanze della ministra Azzolina.

La mini-maturità, in una qualsiasi delle due formule, andrà comunque superata, raggiungendo la votazione di almeno 60. E anche le valutazioni ottenute in questi mesi di didattica forzosamente a distanza influiranno sul risultato finale. Che potrebbe portare, in sede di esame, anche alla bocciatura. Anche se sembra più un’ipotesi teorica visti gli altissimi tassi di promossi degli ultimi due anni scolastici (si veda grafico in alto).

Licenza media semplificata

Escorte galati

Rizolvere problemini di eiaculazione

What do you think?

5399 points
Upvote Downvote

Written by admin

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Coronavirus ultimi aggiornamenti: Lazio e Toscana, calano i pazienti in terapia intensiva  

Coronavirus, i volontari del servizio civile tornano in campo a regime il 16 aprile