in

Lombardia, settimana cruciale. Possibile nuova chiusura dei parchi


D’altra parte però stanno significativamente calando le terapie intensive, sotto le 500 già da un paio di giorni (contro i 1.600 posti ricavati ovunque nei giorni di picco), e i ricoveri, sotto i 6mila. Questi due dati fanno tirare un leggero sospiro di sollievo, perché se è vero che il lockdown è stato fatto per tutelare la salute dei cittadini , è stata una misura volta soprattutto a proteggere il sistema sanitario, completamente assorbito per due mesi dal coronavirus, e quindi senza possibilità di rispondere ad altri problemi, sia per i pazienti acuti che per i pazienti cronici. Sostanzialmente il Covid ha tolto il Welfare ai cittadini. L’ultima delibera della Regione Lombardia del 7 maggio ha riaperto i reparti, ripristinando la normalità, e mantenendo confinate le aree Covid.

Se la situazione dovesse di nuovo degenerare in questa settimana, con aumenti ritenuti critici, la Regione Lombardia sarebbe pronta a stringere di nuovo con un lockdown o ulteriori restrizioni tra 7 giorni, per evitare che la situazione negli ospedali possa ancora esplodere.

Milano sotto la lente
Sotto la lente c’è soprattutto Milano, dove il virus è arrivato in ritardo e dove però è aumentato senza sosta alla fine di aprile. I numeri sembrano migliorare negli ultimi giorni, con meno di 100 casi al giorno di contagio, contro i circa 200 della scorsa settimana.

I parchi in questi giorni sono stati visibilmente sono più affollati, frequentati sia da chi fa sport che dalle famiglie. In alcune zone le aree gioco sono state nuovamente chiuse. Ma il Comune considera anche inevitabile che ci siano più persone, pertanto rimane forte l’invito a comportamenti corretti e di buonsenso. L’ideale sarebbe che i parchi troppo frequentati venissero evitati, a favore di zone più periferiche. Ma su questi comportamenti i Comuni del milanese stanno facedo una riflessione più seria.

A preoccuparsi sono anche le città dell’hinterland milanese. Nella vicina Monza intanto il parco non è stato riaperto, per paura di comportamenti non corretti e poco controllabili, viste le dimensioni dell’area. Durante il mese di aprile i casi milanesi sono aumentati, e i dati ufficiali sarebbero peraltro di molto inferiori a quelli real i . Se i casi totali sono adesso circa 21mila nell’hinterland e quasi 9mila a Milano, i dati dovrebbero essere moltiplicati almeno per dieci.

Escorte galati

Rizolvere problemini di eiaculazione

What do you think?

5399 points
Upvote Downvote

Written by admin

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Esame, l’orale parte da uno scritto: arriva la maturità degli ossimori

Istat, mezzi pubblici: ecco l’esercito dei viaggiatori bloccati dal coronavirus