in

In Italia 165.155 casi (+1,64%) e 21.645 vittime (+2,74%)


i numeri dell’epidemia

Nelle ultime 24 ore 2.667 nuovi casi, il numero più basso dal 13 marzo, e 578 decessi. Calano i malati ospedalizzati (-368) e in terapia intensiva (-107)

default onloading pic
Laboratorio per i test Covid-19 al Parco Tecnologico Padano di Lodi (Ansa)

2′ di lettura

In Italia ci sono 165.155 casi (+1,64%) di coronavirus – il numero più basso dal 13 marzo – e 21.645 vittime (+2,74%): nelle ultime 24 ore i nuovi contagi sono stati 2.667 e i decessi 578, contro i 602 di ieri. Calano i malati ospedalizzati (-368) per un totale di 27.643 e quelli in terapia intensiva (-107), per un totale di 3.079. Gli attualmente positivi sono invece 105.418 e i guariti sono 38.092 (+962). Sono 74.696 invece i contagiati in isolamento a casa, il 71% del totale.

TERAPIE INTENSIVE, RICOVERI E ISOLAMENTO DOMICILIARE

Lombardia
In Lombardia, i cittadini positivi al coronavirus sono saliti a 62.153, con un incremento di 827 casi in più rispetto al dato di ieri (quando l’incremento era stato di 1.012). I ricoverati scendono a quota 12.043 (-34), con le terapie intensive in discesa a 1.074 (-48). Stabili, invece, i decessi che nella regione in totale si attestano 11.142, con un aumento di 235 casi rispetto a 24 ore fa (quando l’incremento era stato di 241).

Nella provincia di Milano, i cittadini positivi al coronavirus sono saliti di 325 casi rispetto a 24 ore fa, un trend in aumento rispetto a quello di ieri (quando l’incremnto si era fermato a +189). È il dato peggiore, sottolinea la Regione, assieme a quello di Brescia con +94 casi (erano +125 ieri).

La mappa aggiornata del contagio
Coronavirus, tutto quello che c’è da sapere

Richiesta di via libera per attività produttive il 4 maggio
Un metro di distanza tra le persone, obbligo di mascherina per tutti, smart working dove possibile e test sierologici a tappeto. Sono le misure in base alle quali, dal prossimo 4 maggio, la Regione Lombardia chiederà ufficialmente al governo Conte di dare “il via libera alle attività produttive”. Una riapertura da organizzare nel rispetto di quelle norme di sicurezza che la Regione battezza come le “quattro D”: distanza, dispositivi, digitalizzazione e diagnosi (dal 21 aprile, ad esempio, inizieranno i test sierologici grazie agli studi in collaborazione con il San Matteo di Pavia). Riaperture scaglionate anche per scuole e università.

Escorte galati

Rizolvere problemini di eiaculazione

What do you think?

5399 points
Upvote Downvote

Written by admin

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Riaperture, Lombardia al via «dal 4 maggio». Il Veneto: serve gradualità

Inps, 1 milione famiglie con reddito o pensione cittadinanza: 513 euro medi