in

Il puzzle delle frontiere Ue tra permessi e divieti. Chi apre a chi e da quando



turismo post covid

Il ministro degli Esteri Luigi Di Maio il 5 giugmo a Berlino, il 6 a Lubjana e il 9 d Atene

di Gerardo Pelosi

L’Italia riapre le sue frontiere ai cittadini Schengen e Gb

Il ministro degli Esteri Luigi Di Maio il 5 giugmo a Berlino, il 6 a Lubjana e il 9 d Atene

4′ di lettura

È un’Europa a macchia di leopardo quella che emerge dalle riaperture dei confini dopo l’emergenza coronavirus. Anche grazie al fatto che la salute pubblica è un tema sottratto alle regole europee previste dai Trattati, ogni Paese ha disposto misure nazionali non sempre sulla base dei soli dati epidemiologici. E questo non è sempre in sintonia con le riprese dei voli.

Paesi scandinavi più chiusi

Francia e Olanda oltre all’Italia sono i Paesi che più di altri hanno tenuto le frontiere aperte, sia pure con alcuni controlli sanitari. Un discorso a parte riguarda i Paesi scandinavi con la Norvegia più chiusa di tutti e la Danimarca che si aprirà a tutti gli europei solo a fine agosto mentre la Svezia che ha solo sconsigliato i viaggi turistici si è ritrovata senza lockdowon con un tasso di infezioni superiore a quello della Francia ed è stato per questo messo all’indice dagli altri Paesi scandinavi.

Lo stop dell’Austria all’Italia

Un discorso a parte riguarda l’Austria che ha escluso l’Italia dai Paesi confinanti con i quali c’è libera circolazione. Il ministro degli Esteri Luigi Di Maio è fiducioso che si arriverà presto a un accordo con Vienna. «L’Austria – sostiene il responsabile della Farnesina – non ha perplessità sull’Italia ma su alcune regioni e le confuteremo con i dati, ma c’è anche bisogno di omogeneità di tutte le regioni: se qualcuna pretende la patente di immunità per me è difficilissimo negoziare in Europa.

Il tour di Di Maio nelle capitali europee

Di Maio si attende reciprocità dagli altri Paesi Ue perché «Come Italia abbiamo aperto in sicurezza a tutti i Paesi europei per dar tempo ai nostri albergatori di prepararsi alle prenotazioni. Francia, Germania e Grecia hanno dato rassicurazioni». Venerdì 5 giugno a Berlino Di Maio incontra il suo collega tedesco Maas per parlare dei flussi turistici oltre che di temi europei e di Libia. Sabato 6 giugno il ministro sarà poi in Slovenia per discutere di riaperture e poi martedì 9 in Grecia.

Ed ecco la mappa delle aperture Paese per Paese
GERMANIA– Fino al 15 giugno gli ingressi in Germania sono consentiti solo a chi vi transita per altre destinazioni, a chi vi risiede e per comprovati motivi di lavoro o sanitari.

Escorte galati

Rizolvere problemini di eiaculazione

What do you think?

193 points
Upvote Downvote

Written by admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

“Se me lo dicevi prima” e le ripetizioni della prof

Scuola, doppio piano per settembre con visiere o plexiglas tra i banchi