in

Forum Ambrosetti: le videointerviste – Il Sole 24 ORE


cernobbio

Il racconto in prima persona dei protagonisti dell’annuale incontro in riva al lago di Como. Quest’anno in versione ridimensionata a causa del coronavirus

default onloading pic
(ANSA)

Il racconto in prima persona dei protagonisti dell’annuale incontro in riva al lago di Como. Quest’anno in versione ridimensionata a causa del coronavirus

2′ di lettura

Le voci di imprenditori, manager, economisti. Raccolte a Cernobbio (Como) in occasione dell’annuale Forum The European House Ambrosetti. I temi? Innovazione, green economy, infrastrutture. Le chiavi per una ripartenza post-Covid.

Giovannini: poca coerenza in Italia sul green new deal

“Ogni anno in Italia vengono pagati 19 miliardi di euro a famiglie e imprese per sussidi dannosi per l’ambiente”, spiega Enrico Giovannini, a margine dell’annuale Forum a Cernobbio. “È evidente che prima di destinare risorse per il green new deal, sia necessario lavorare su questo”. I temi su cui bisogna insistere, aggiunge Giovannini, sono le infrastrutture strategiche, la coerenza delle politiche sui fondi nazionali e internazionali, la lotta alle disuguaglianze. L’intervista di Rosalba Reggio.

Giovannini: poca coerenza in Italia sul green new deal

Mastercard: con il lockdown 2 milioni di consumatori in più online

A margine del Forum The European House Ambrosetti parla Michele Centemero, country manager di Mastercard. “L’obbligata permanenza a casa ha cambiato le abitudini degli italiani. C’è stato un incremento dei pagamenti digitali e 2 milioni di consumatori in più hanno fatto acquisti online: sono stati venduti tanti corsi a distanza, abbonamenti a canali di approfondimento, sono cresciute le donazioni e le esperienze virtuali come le visite ai musei. Gli italiani hanno poi riscoperto i piccoli borghi del Paese, i luoghi meno turistici e più familiari, i piccoli hotel. Il tutto privilegiando spesso l’auto: il noleggio è passato da una quota del 9% al 17% del totale degli altri mezzi di trasporto. L’intervista di Rosalba Reggio.

Mastercard: con il lockdown 2mln di consumatori in più online

Auto elettrica: oggi il caricatore dialoga con la rete

A margine del Forum The European House Ambrosetti, parla Carlalberto Guglielminotti, amministratore delegato di Engie EPS: “L’auto elettrica registra un trend di grande crescita anche in Italia. Ma per penetrare il mercato pienamente servono infrastrutture e tecnologia. Se oggi fosse elettrico anche solo il 10% del parco macchine italiano, pari a 38 milioni di veicoli, la carica di queste autovetture comporterebbe un consumo pari a 55 gigawatt, che corrisponde alla potenza massima mai raggiunta dal sistema elettrico italiano. È per questo che con FCA abbiamo inventato una nuova tecnologia in grado di far caricare le batterie delle auto da qualsiasi presa, senza ristrutturare l’impianto elettrico, come richiesto dalla norma di riferimento”. L’intervista di Rosalba Reggio.

Auto elettrica: oggi il caricatore dialoga con la rete

Gibelli: nei prossimi mesi -20% la domanda di trasporto pubblico

“L’accordo raggiunto per consentire ai mezzi pubblici di viaggiare con l’80% della capienza massima – spiega Andrea Gibelli, presidente FNM, rappresenta il punto di incontro tra le esigenze di sicurezza e quelle di mobilità delle persone. Adottando una serie di misure legate alla segnaletica, al ricambio d’aria e al traffico di passeggeri, infatti, si può garantire un trasporto sicuro. Certamente i numeri non saranno più quelli pre-Covid, che registravano 16 milioni di viaggiatori al giorno e 5,4 miliardi di viaggi all’anno. Alla luce dello smart working e della differenziazione degli ingressi nei luoghi di lavoro ci aspettiamo una flessione del 20% della domanda di trasporto pubblico”. L’intervista di Rosalba Reggio.

Escorte galati

Rizolvere problemini di eiaculazione

What do you think?

193 points
Upvote Downvote

Written by admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ask HN: What Happened to Larry Page?

Coronavirus, per la quinta settimana aumentano i casi. Sei regioni con Rt sopra 1