in

Fontana: polemiche sterili, la verità verrà a galla, i 50mila camici sono costati zero a Regione

Fontana: polemiche sterili, la verità verrà a galla, i 50mila camici sono costati zero a Regione thumbnail

Lombardia

Condividi

27 luglio 2020″Ho riflettuto molto sull’opportunità di intervenire oggi soprattutto per la preoccupazione di dare un’ulteriore cassa di risonanza per polemiche che ritengo sterili e strumentali. Ho deciso di venire qui per voltare pagina e con la volontà di andare oltre per affrontare le sfide e opportunità che ci aspettano”. Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, intervenendo in Consiglio regionale, dopo l’inchiesta della procura di Milano sulla fornitura di camici alla Regione da parte di Dama Spa, in cui è indagato per frode in pubbliche forniture.
“Quando sono andato in video con la mascherina, gli inquisitori che allora criticavano come eccessive queste prese di posizione sono stati feroci critici per denunciare lentezze con l’aggravarsi della situazione. Quello che è successo nei giorni successivi rimarrà scolpito nella memoria”. 
“Sono convinto che giorno dopo giorno la verità verrà a galla”. 
“Le critiche alle mie azioni di governo sono legittime, anzi doverose purché tengano conto della realtà. Non posso tollerare che si dubiti della mia integrità e di quella dei miei familiari”, ha detto il presidente della Regione Lombardia.
“Il mio coinvolgimento, se di coinvolgimento si può parlare, non è nulla di più, nulla di meno se non che Regione Lombardia non ha speso un euro per i 50mila camici”. 
“L’inchiesta di Report è stata annunciata con toni scandalistici. La vicenda è stata divulgata dalla più diffusa disinformazione. Ora se ne sta interessando la magistratura, che mi attribuisce un ruolo sulla fornitura” di camici “da onerosa a gratuita. Sapevo che Dama si era dichiarata disponibile a rendersi utile per fornire un contributo. Anche la fornitura di camici rientrava in questa disponibilità. Sono tuttora convinto che si sia trattato di un negozio corretto. Ma poiché il male è negli occhi di chi guarda, ho chiesto a mio cognato di rinunciare” al pagamento.
“Su questo aspetto sono stato facile profeta. La magistratura sta lavorando su questo punto ipotizzando” una diversa ricostruzione dei fatti, ha aggiunto.
“Basta polemiche, basta recriminazioni, è l’ora di guardare oltre e di ricostruire insieme il futuro. Regione Lombardia è pronta a fare il ruolo che le spetta, essere la locomotiva del Paese. Come si può immaginare un rilancio del Paese senza la Lombardia?”.
Contro “di me, il mio partito e la coalizione di centrodestra” è stata fatta “una ricostruzione distorta. Quello che mi è dispiaciuto di più è l’attacco dello spirito lombardo, con l’atteggiamento di chi arriva quasi a godere delle disgrazie altrui”.
“A causa di tutti questi attacchi la Regione Lombardia ha subito un grave contraccolpo a livello di reputazione, arrivando a mettere in discussione un’eccellenza, il sistema sanitario lombardo. È stata fatta ricadere sulla Lombardia la colpa dei tagli” e “ribadisco qui la necessità dell’autonomia. Abbiamo i conti a posto, lasciateci usare i soldi”.

Zaia: Fontana persona perbene, saprà spiegare
“Io conosco Attilio Fontana, è una persona perbene, e saprà assolutamente dare spiegazione e motivazione, non ho dubbi. E’ fondamentale sentire dalla sua viva voce la spiegazione di quanto è accaduto. Dopodiché, prendo atto che in Lombardia hanno dato dei camici gratis, questo è un dato oggettivo, la Regione Lombardia non ha pagato un camice”. Così il governatore veneto Luca Zaia.

Leggi tutto

What do you think?

193 points
Upvote Downvote

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Decreto agosto: cosa prevede e novità in arrivo thumbnail

Decreto agosto: cosa prevede e novità in arrivo

Coronavirus. Luca Zaia in diretta oggi: i nuovi infetti sono i 40enni e il 70% è asintomatico thumbnail

Coronavirus. Luca Zaia in diretta oggi: i nuovi infetti sono i 40enni e il 70% è asintomatico