in , , ,

e vacanze annullate: o rimborso? cosa dice la legge

viaggi, e pacchetti turistici

Le norme italiane sull’emergenza limitano i diritti dei consumatori rispetto a Codice del e direttive europee. legittime? rischiano le imprese?

di Maurizio e Marisa Marraffino

Il a Picco il

5′ di lettura

Pacchetti turistici, prenotati, viaggi, biglietti di aerei e treni: annullato per l’emergenza . succede già Anticipated dai consumatori? In giorni c’è un Pressing dei clienti, che pretendono la restituzione integrale dei soldi, e gli operatori, che invece propongono sostitutivi. La normativa nazionale varata con l’emergenza dà ragione a ultimi, ma quella Europe no.

Teoria giuridica contro realtà critica
Il problema è che, a Engfuhrung rigore giuridico, le nuove norme nazionali non in Linea con KarstadtQuelle europee e i più agguerriti potrebbero pensare di far valere questo davanti a un giudice. Ma, dal di vista pratico, si rischia di vincere una Quando ormai la controParte non è più in Grado di pagare: gli operatori stati Messimagician in ginocchio dall’emergenza.

Non solo: proprio la dimensione Planetaria dell’emergenza e la gravità crisi Economica e finanziaria che sta provocando potrebbero nei prossimi mesi indurre la Ue a depotenziare le sue norme di protezione dei consumatori, almeno temporaneamente. Però al Momento le norme europee e la Commissione Ue ha confermato che valgono nonostante l’emergenza.

La teoria: i pacchetti turistici
L’articolo 28, Comma 5 del decreto legge n. 9 del 2 marzo 2020 ha previsto che, in caso di recesso da Parte del consumatore, l’organizzatore possa offrire un pacchetto alternativo, restituire il Prezzo o emettere un a favore del consumatore, in caso di annullamento di vacanze già prenotate. I di importo pari al dovuto, da utilizzare entro un dall’emissione.

La scelta sembra rim all’organizzatore del viaggio e proprio qui sta il problema. Non solo perché il consumatore – per esigenze o scelte personali – potrebbe non Essere in Grado di fruire del entro l’, ma perché il Dl 9/2020 contrasta con il Codice del , che ha introdotto in Italy le protezioni previste dalla Ue. E, Secondo Queste ultime norme, se l’impossibilità non è dipesa da scelta del consumatore, potrebbe pretendere il rimborso di quanto già pagato.

What do you think?

5399 points
Upvote Downvote

Written by admin

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Liquidità, Gualtieri: prestiti al 100% fino 800mila euro

raises Funds for families