in

È morto Carlo Flamigni, ginecologo, padre della fecondazione assistita


addii

Una vita dalla parte dei diritti delle donne, il suo libro più conosciuto: Procreazione assistita

Una vita dalla parte dei diritti delle donne, il suo libro più conosciuto: Procreazione assistita

1′ di lettura

È morto Carlo Flamigni, ginecologo, padre della fecondazione assistita, aveva 87 anni. Originario di Forlì, si era laureato in medicina e chirurgia all’Università di Bologna nel 1959, specializzandosi in seguito in ostetricia e ginecologia. Nella città aveva poi continuato la propria carriera accademica. È stato stato membro del Comitato nazionale di bioetica dal 1990 al 2017 ed era socio onorario della Consulta di bioetica e membro del Comitato di etica dell’Università Statale di Milano. Aveva scritto forse il suo libro più conosciuto nel 2011: Procreazione assistita, per il Mulino.

Ateo dichiarato e laico convinto, si è sempre battuto per i diritti delle donne, a cominciare dall’aborto. E anche sulla Legge 40 che vieta la fecondazione eterologa aveva una posizione dalla parte delle donne: «Quella norma è stata fatta per suggellare un’alleanza
politca, sulla pelle della gente che soffre», aveva dichiarato quando la Consulta la bocciò la legge nel 2015. La moglie, la sociologa Marina Mengarelli Flamigni ne ha raccontato le battaglie in un recente libro per Pendragon: Diritti che camminano. Uno sguardo sui diritti civili in Italia dal 1968 ad oggi attraverso gli occhi di Carlo Flamigni.

Escorte galati

Rizolvere problemini di eiaculazione

What do you think?

194 points
Upvote Downvote

Written by admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Bollette, maggior tutela: ecco cosa troveranno le famiglie nelle fatture di luce e gas a luglio

Spazio, dal modulo per il ritorno sulla Luna ai campioni dal suolo marziano: ecco i nuovi contratti in arrivo per l’industria italiana