in

Dalla movida alla richiesta di spostare i mondiali di sci a Cortina: follie da coronavirus


IL GRAFFIO del lunedì

Se per strada sono completamente saltate le marcature anche politici e dirigenti sportivi ci mettono la loro. Nell’attesa che (forse) riparta il campionato di calcio

di Dario Ceccarelli

default onloading pic
Navigli, Milano (Ansa)

Se per strada sono completamente saltate le marcature anche politici e dirigenti sportivi ci mettono la loro. Nell’attesa che (forse) riparta il campionato di calcio

3′ di lettura

Deve essere una ultima follia da coronavirus. Che colpisce meno gli alveoli polmonari ma più le facoltà cerebrali che madre natura, di solito, concede quasi a tutti: giovani, meno giovani e diversamente giovani. Altrimenti viene difficile spiegare quello che avviene, soprattutto di notte, in molte città italiane dove, come si direbbe in termini calcistici, sono completamente saltate le marcature.

Scene di bassa civiltà in cui succede tutto quello che, in questo periodo, non dovrebbe succedere in nome di una presunta libertà che fa del male non solo a chi cerca il brivido della trasgressione, ma anche in chi, quelle regole (che poi sono quattro o cinque), le rispetta.

Gli assembramenti

Assembramenti da stadio, risse da ubriachi, code chilometriche. Questi i più scatenati. Ma anche i più tranquilli fan paura: sempre con la birra in mano, tutti vicini, senza mascherina e con quell’aria da adolescenti sfacciati che ti sfidano: beh, cosa vuoi da me? Che male faccio? Non sono stato a casa abbastanza?

«Non voglio rivivere gli ultimi tre mesi per colpa dei cretini», ha detto Carlo Serini, medico rianimatore di Milano commentando queste follie. In realtà è stato meno morbido, ma la sostanza è quella. Un po’ brusco, forse. Ma pensando a quanto i medici e infermieri han dovuto passare, la sua rabbia è più che comprensibile.

Il ruolo dei politici

Ma non c’è solo il popolo della movida, forse in preda a un raptus di rimozione, a far danni. A metterci il carico da novanta arrivano anche quei politici che, per ruolo, dovrebbero invece arrivare dove gli altri non arrivano. A parte le uscite dell’assessore lombardo Giulio Gallera, che come Cimabue fa una cosa e ne sbaglia due, segnalandosi come numero uno dei cabarettisti virali, anche il sindaco di Napoli non scherza.

Escorte galati

Rizolvere problemini di eiaculazione

What do you think?

193 points
Upvote Downvote

Written by admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scuola, raggiunto l’accordo di governo: concorso sì ma dopo l’estate

Sport, dalle palestre agli allenamenti: ecco cosa si può fare e cosa no