in

Dagli attacchi a Trump allo stop a scuola ed elezioni, tutte le volte che Ricciardi è finito nella bufera


il consulente del ministero della salute

Il 19 aprile sollevò un vespaio quando retwittò un video postato dal regista americano Michael Moore in cui alcune persone prendevano a pugni un manichino con le sembianze del presidente degli Stati Uniti Donald Trump, aggiungendo il commento: «Amato».

di Andrea Gagliardi

default onloading pic
(13683)

Il 19 aprile sollevò un vespaio quando retwittò un video postato dal regista americano Michael Moore in cui alcune persone prendevano a pugni un manichino con le sembianze del presidente degli Stati Uniti Donald Trump, aggiungendo il commento: «Amato».

2′ di lettura

È finito nella bufera mettendo in dubbio la riapertura delle scuole (e la possibiità di votare il 20 settembre) in caso di aumento dei contagi. Con imbarazza del governo e inevitabile smentita di un’affermazione ormai «dal sen fuggita». Ma Walter Ricciardi, consulente del ministero della Salute nella gestione dell’emergenza coronavirus non è nuovo alle gaffe.

«Le mascherine alle persone sane non servono a nulla»

Il 25 febbraio, durante la sua prima uscita pubblica da consulente del ministro Speranza, Ricciardi, al quale all’epoca veniva anche attribuito il titolo di consigliere dell’Oms, si rese protagonista di una presa di posizione controversa: «Le mascherine per le persone sane non servono a niente».

Il tweet contro Trump

Ma la gaffe peggiore risale al 19 aprile, quando sollevò un vespaio quando retwittò un video postato dal regista americano Michael Moore in cui alcune persone prendevano a pugni un manichino con le sembianze del presidente degli Stati Uniti Donald Trump, aggiungendo il commento: «Amato». Dopo questo tweet, poi cancellato ammettendo lo sbaglio, è intervenuta l’Organizzazione mondiale della sanità con una nota per prendere le distanze da lui. «Walter Ricciardi non rappresenta l’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms) – il testo della nota – ma il governo italiano presso il comitato esecutivo dell’organizzazione». Non rappresentano quindi necessariamente il punto di vista dell’organizzazione le opinioni espresse da Ricciardi anche a proposito del Covid-19. E ancora «Ricciardi rappresenta l’Italia nel comitato esecutivo dell’organizzazione dal 2017 e continuerà a farlo fino al 2020. La sua posizione professionale è quella di docente di Igiene e Medicina preventiva presso l’università Cattolica di Roma»

«Se aumentano i contagi a rischio elezioni e riapertura scuole»

Ma torniamo alle dichiarazioni di Ricciardi alla trasmissione Agorà Estate il 20 agosto: «Se la circolazione del virus riaumenta ci troveremo nelle condizioni, come in altri paesi», in cui elezioni e riapertura scuole «sono messe a rischio». Una frase che poi Ricciardi ha provato a ritrattare, dicendo: «Parlavo di altri Paesi dove la curva dei contagi si è rialzata in modo preoccupante. In Italia, fortunatamente, non è ancora così e dobbiamo fare di tutto per tenere la situazione sotto controllo». In un’intervista al quotidiano online il Sussidiario.net è poi arrivato a dichiarare: «Quello che mi è successo è un tipico caso di infodemia, io ho detto il contrario di quello che è stato riportato».

Escorte galati

Rizolvere problemini di eiaculazione

What do you think?

193 points
Upvote Downvote

Written by admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dai corsi di recupero agli stop per elezioni, il calendario a ostacoli di settembre

Riparte il campionato di calcio femminile e i club cominciano a diversificare gli sponsor