in , , ,

Coronavirus, ultimi dati: in Italia altri 1.071 nuovi casi e tre morti. Lazio regione con più contagi

dati aggiornatiSecondo la Protezione civile gli attualmente positivi crescono del 4,94% in 24 ore. Cinque ricoverati in più e cinque terapie intensive in menoRoma, mascherina obbligatoria dalle 18: a Trastevere non tutti la indossanoSecondo la Protezione civile gli attualmente positivi crescono del 4,94% in 24 ore. Cinque ricoverati in più e cinque terapie intensive in meno3′ di letturaI DATI DEL CONTAGIOLoading…Sono 1.071 i nuovi casi di coronavirus alle 17 di sabato 22 agosto, per un incremento dello 0,42% sul giorno precedente. Il totale dei contagi dall’inizio della pandemia sale così a 258.136 unità. I morti registrati nelle ultime 24 ore sono 3 (+0,01%) e portano il numero complessivo dei decessi, da febbraio a questa parte, a quota 35.430. Gli attualmente positivi sono 17.503, +4,95% giorno su giorno. I guariti, invece, sono 243 (+0,11%). Questo il quadro che emerge dal report quotidiano di ministero della Sanità e Protezione Civile. Al momento, nel Paese, si contano 924 ricoverati con sintomi (5 in più su venerdì) di cui 64 in terapia intensiva (5 in meno, giorno su giorno). Le persone sottoposte a isolamento domiciliare, poi, sono 16.515 (+5,25%). I dati odierni sono stati elaborati sulla base di 77.674 tamponi effettuati, a fronte dei 71.966 tamponi di venerdì.Tra le singole regioni, il Lazio è quella che presenta il maggior numero di nuovi contagi (215), davanti a Lombardia (185) e Veneto (160). Seguono Emilia Romagna (80), Campania (61), Toscana (53), Sicilia (48) e Sardegna (44). In Piemonte si segnalano 41 casi nelle ultime 24 ore.Lazio, record di positivi: sono 215Nel Lazio si registrano 215 casi e zero decessi, di questi il 61% sono link di rientro. Record di positivi, mai così tanti, legati prevalentemente ai casi con link dalla Sardegna 45% (97 casi). A fornire questi dati è l’assessore alla Sanità della Regione Lazio Alessio D’Amato. «Sono in prevalenza giovani e asintomatici», aggiunge. «miglioreaaaaaIn questa fase il tema non sono né le ospedalizzazioni, né le terapie intensive che sono assolutamente sotto controllo e non danno alcuna preoccupazione, ma bloccare tempestivamente le catene di trasmissione rintracciando gli asintomatici ed evitare che venga diffuso il virus in ambito familiare».Lombardia, i nuovi casi sono 185. Zero mortiSono 185 i nuovi contagiati in Lombardia, in aumento rispetto a venerdì quando erano stati 174, ma con oltre duemila tamponi effettuati in più (12.957 contro 10.703). Non si registrano decessi e il totale dei morti in regione resta quindi fermo a 16.852. Calano i ricoverati sia in terapia intensiva (14, -3) che negli altri reparti (148, -1). Aumentano i casi soprattutto a Milano, visto che sono 71 (venerdì 54), di cui 48 a Milano città, e a Pavia (38 contro i 4 di venerdì). Ventitre nuovi contagiati a Brescia.Bergamo: zero contagiBergamo ha accolto con sollievo il fatto che oggi in città e provincia non si siano registrati nuovi casi di positività al coronavirus. Non accadeva dalla fine di febbraio, da quando la pandemia ha iniziato a mettere in ginocchio la bergamasca, che è presto diventata una delle province più colpite nel mondo dal virus. Proprio a Bergamo tra metà marzo e metà aprile si erano poi registrati i picchi di contagiati anche di svariate centinaia ogni giorno con centinaia di vittime, tra l’altro poi risultate essere anche più di quelle ufficiali. Il picco massimo si era registrato il 23 marzo con 715 nuovi casi e 251 vittime. Da alcune settimane i casi erano limitati, al massimo di qualche decina. Ma non si era mai registrato il numero zero. L’attenzione nella provincia resta comunque alta, soprattutto nei confronti di chi arriva dall’estero, con l’effettuazione di test alla fiera di Bergamo per chi arriva in volo dall’aeroporto di Orio al serio.

What do you think?

5399 points
Upvote Downvote

Written by admin

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Perché il coronavirus potrebbe restare tra noi ben oltre il 2021

Sui contagi del rientro ora è scontro fra regioni