in

Coronavirus, ultimi dati: in Italia 202 nuovi casi e 71 morti



dati aggiornati

Gli attualmente positivi calano di 1.165 unità, mentre si registrano 1.293 guarigioni

Il Covid colpisce i consumi delle famiglie: -4% nei primi 3 mesi

Gli attualmente positivi calano di 1.165 unità, mentre si registrano 1.293 guarigioni

3′ di lettura

Sono 202 i casi di nuovo contagio da coronavirus in Italia alle 17 di mercoledì 10 giugno, per un totale di 235.763 ammalati dall’inizio della pandemia (+0,08% in un giorno). Gli attualmente positivi si attestano a quota 31.710, in calo di 1.162 unità in 24 ore (-3,53%), grazie a 1.293 guariti (+0,76% rispetto al giorno precedente) che portano il totale a quota 169.939. I decessi, nelle ultime 24 ore, sono stati 71 e portano la cifra complessiva registrata dall’inizio dell’epidemia a 34.114 (+0,2% in un giorno). Questo il quadro che emerge dai dati quotidiani della Protezione civile.

In questo momento, a livello nazionale, si contano 4.320 ricoverati con sintomi di cui 249 in terapia intensiva, mentre i pazienti in isolamento domiciliare ammontano a 27.141.

Piemonte, risalgono i casi

Risalgono i dati dell’epidemia da coronavirus in Piemonte. L’unità di crisi regionale, nel consueto bollettino, ha comunicato che i decessi registrati nelle ultime 24 ore sono 15, di cui soltanto due però relativi alla giornata di mercoledì, e 26 i contagi. Il bilancio dall’inizio della pandemia è dunque di 3.976 decessi e 30.916 contagi. Aumentano i guariti, 329 in più rispetto a martedì per un totale di 21.161, con altri 2.407 pazienti in via di guarigione. Nella giornata precedente erano stati comunicati sette decessi, nessuno dei quali relativo però al 9 giugno, e 21 contagi. Continuano invece a calare i ricoverati in terapia intensiva, quattro in meno rispetto a martedìi per un totale di 35. In diminuzione anche i ricoverati non in terapia intensiva, 564, ovvero 35 in meno rispetto al 9 giugno. Le persone in isolamento domiciliare sono 2.773. I tamponi diagnostici finora processati sono 353.737, di cui 195.772 risultati negativi.

IL TREND GIORNO PER GIORNO

Loading…

Veneto, ancora una giornata senza morti

I morti per coronavirus in Veneto restano 1.961, invariati rispetto al dato di martedì pomeriggio e i malati in terapia intensiva sono attualmente 15, nessuno dei quali positivo. Il bollettino delle ultime 24 ore, presentato dal presidente del Veneto, Luca Zaia, conferma la tendenza positiva dell’andamento dell’epidemia nella regione. I tamponi effettuati sono 772.767 (+10.669), i positivi 19.194 (+3), le persone in isolamento 878 (20 in più legate, ha spiegato Zaia, «alla partecipazione a un matrimonio a Bologna»). Scendono i ricoverati a 300, -5, di cui 66 positivi, e aumentano i dimessi (3.464, +5).

TERAPIE INTENSIVE, RICOVERI E ISOLAMENTO DOMICILIARE

Loading…

Focolaio all’Irccs di Roma, 18 nuovi casi

«Registriamo un dato di 18 casi positivi di cui 13 riferibili al focolaio dell’Irccs San Raffaele Pisana di Roma e di questi otto provenienti dalla Asl di Rieti dove sono iniziate le attività per testare tutti i contatti. Il focolaio raggiunge così un totale di 68 casi positivi». Questo il resoconto dell’assessore alla Sanità del Lazio Alessio D’Amato. «Sono stati effettuati a oggi per fini di sanità pubblica per il solo focolaio dell’Irccs San Raffaele Pisana 2.332 tamponi e ne stimiamo oltre 5mila tra tamponi e test». prosegue l’assessore. «Oggi sono stati effettuati i secondi test sugli operatori e i pazienti nella struttura. I dati della nostra Regione sono inevitabilmente caratterizzati dai numeri di questo focolaio che – sottolinea D’Amato – dimostra come non si debba abbassare la guardia e soprattutto devono essere rispettate, senza nessuna deroga, tutte le disposizioni impartite per limitare la diffusione del virus».

Escorte galati

Rizolvere problemini di eiaculazione

What do you think?

193 points
Upvote Downvote

Written by admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Meliadò alla guida della Corte di appello di Roma, chi è il nuovo presidente

Il segreto del successo (aziendale) di Netflix