in

Coronavirus, ultimi dati: in Italia altri 235 casi e 21 vittime. Zaia: «Il manager veneto segnalato alla procura»



la diffusione della pandemia

Nuovi focolai in provincia di Ravenna e a Trieste, mentre In Toscana si sono registrati 3 cluster familiari che rappresentano il 40% dei nuovi casi

Coronavirus, a Mondragone zona rossa prorogata fino al 7 luglio

Nuovi focolai in provincia di Ravenna e a Trieste, mentre In Toscana si sono registrati 3 cluster familiari che rappresentano il 40% dei nuovi casi

6′ di lettura

Sono 241.419 i casi complessivi di coronavirus in Italia alle 17 di sabato 4 luglio, in crescita di 235 unità rispetto al giorno precedente (+0,10%). Nelle ultime 24 ore si sono registrate 21 morti (+0,06%) che portano il totale, dall’inizio della pandemia, a quota 34.854. Le guarigioni, invece, sono state 191.944, all’insegna di un incremento dello 0,25% per cento. Al momento, in Italia, si contano 14.621 malati , -1,77% rispetto a venerdì. I ricoverati con sintomi sono 940, di cui 71 in terapia intensiva, otto in meno rispetto al giorno precedente. Questo il quadro che emerge dai dati del report quotidiano del ministero della Sanità, elaborati sulla base di 51.011 tamponi effettuati. Nella giornata precedente, invece, i tamponi erano stati 77.096, mentre giovedì 2 luglio se ne registravano 53.243.

Nuovi focolai in provincia di Ravenna e a Trieste, mentre In Toscana si sono registrati 3 cluster familiari che rappresentano il 40% dei nuovi casi. Sono gli ultimi aggiornamenti che arrivano dal territorio sulla diffusione della pandemia del coronavirus in Italia.

In Lombardia, la regione più colpita dal contagio, si registrano 65.915 guariti, 2.286 dimessi per un totale di 86.201 (+330). In calo il numero dei nuovi positivi, con 95 casi (di cui 32 a seguito di test sierologici e 21 ‘debolmente positivi’) nelle ultime 24 ore (ieri erano 115) per un totale di 94.298. I tamponi effettuati sono stati 10.160. In aumento, invece, i morti che sono 16 (16.691 in totale), mentre ieri erano 4. “I dati di oggi riportano buone notizie per quanto riguarda il calo dei ricoveri (-10), con un positivo ‘- 5’ relativamente alle terapie intensive – ha spiegato l’assessore lombardo al Welfare Giulio Gallera -. Buone notizie anche per ciò che attiene la voce guariti/dimessi (+330 in totale) a conferma di come la battaglia contro il virus stia producendo i risultati sperati”.

Toscana, tre cluster da sovraffollamento, nuovo ordinanza Rossi

In Toscana nelle ultime 2 settimane sono stati registrati 3 cluster familiari: sono 18 persone, straniere, che rappresentano più del 40% dei nuovi casi. Essendo il contagio dovuto principalmente al sovraffollamento in casa, oltre alla difficoltà di trasmettere alle comunità straniere il valore della ‘protezione’ primaria-mascherina, il governatore toscano Enrico Rossi firmerà oggi una nuova ordinanza affinchè i sindaci adottino provvedimenti per eliminare eventuali sovraffollamenti con l’utilizzo dell’albergo sanitario.In particolare, secondo quanto spiegato dalla Regione, le nuove disposizioni regionali prevedono che in tutti i casi di sovraffollamento è fatto obbligo ai dipartimenti di prevenzione di proporre al sindaco la firma di un’ordinanza che preveda di eliminare il sovraffollamento con l’utilizzo dell’albergo sanitario. La nuova ordinanza toscana dispone anche che quando si riscontrano casi di contagi all’interno di comunità di immigrati si predisponga una adeguata iniziativa al fine di accrescere il numero dei test all’interno di quella determinata comunità e quindi tenere maggiormente sotto controllo la situazione per tracciare e trattare eventuali casi. I dipartimenti di prevenzione stanno inoltre segnalando alla Regione criticità relativamente alle persone che rientrano in aereo da Paesi per i quali é necessaria la quarantena: la comunicazione sull’obbligo di notificare la propria presenza alle Asl sarebbe rara o assente. Il che renderebbe poi difficile tracciare i rientri.

Quattro casi in Alto Adige dopo viaggi all’estero

I laboratori dell’Azienda sanitaria altoatesina nelle ultime 24 ore hanno effettuato 628 tamponi. Sono stati registrati 4 casi positivi e nessun decesso. I quattro nuovi casi positivi si riferiscono a due contatti stretti di due casi già rilevati e di due persone che sono rientrate in Alto Adige dopo un soggiorno all’estero, si trovano in isolamento e sono risultate positive al test. Duecentoventisette persone attualmente si trovano in quarantena obbligatoria o in isolamento domiciliare. 11.265 sono le persone che hanno già concluso la quarantena e l’isolamento domiciliare. Il numero complessivo dei guariti fra sicuri e sospetti si attesta a 3.137 (+1 rispetto al giorno precedente).

Escorte galati

Rizolvere problemini di eiaculazione

What do you think?

194 points
Upvote Downvote

Written by admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Fondo perduto: già erogati 2,9 miliardi, importo medio di 3.258 euro. Da commercio, ristoranti ed edilizia oltre la metà delle domande

Bollette, maggior tutela: ecco cosa troveranno le famiglie nelle fatture di luce e gas a luglio