in

Coronavirus, ultimi aggiornamenti: nel Lazio la mortalità nelle Rsa è 10 volte in meno della Lombardia



i dati del contagio

Mentre in Lombardia sono 1.822 i morti nelle Rsa della Regione, I dati del Lazio evidenziano una mortalità di dieci volte più bassa

Pasqua in lockdown: da Milano a New York, viaggio tra le città deserte

3′ di lettura

La Lombardia, regione più colpita dal contagio da coronavirus, conferma negli ultimi giorni il “trend positivo” dei dati epidemici, ma emerge il dato sulle morti nelle Rsa per anziani: «Sono 1.822 i decessi nelle Rsa della Regione» ha detto il presidente dell’Istituto superiore di sanità, Silvio Brusaferro, alla conferenza stampa all’Istituto sull’andamento epidemiologico dell’epidemia.

LA MAPPA AGGIORNATA DEI CONTAGI

Lazio,tasso mortalità 10 volte meno Lombardia
Sono 154 i nuovi casi nel Lazio con un trend al 3,5%, crescono i guariti che sono 43 nelle ultime 24 ore, arrivando a 687 cioè tre volte il numero dei decessi totali in una regione che ha un tasso di mortalità dieci volte in meno della Lombardia. Questi i dati del contagio nel Lazio dove ieri 9 aprile sono stati effettuati 659 tamponi che complessivamente sono stati 62mila. “Aumenta la forbice tra coloro che escono dalla sorveglianza domiciliare (16.611) e coloro che sono entrati in sorveglianza (12.792) oggi circa 4 mila unità. Bisogna ora mantenere alta l’attenzione per le giornate di Pasqua e Pasquetta -spiega l’assessore alla sanità Alessio D’Amato- Intanto proseguono i controlli a tappeto nelle case di riposo e nelle RSA su tutto il territorio. In merito alla situazione delle strutture residenziali l’Istituto Superiore di Sanità (ISS) ha realizzato un Survey nazionale sul contagio da COVID-19 aggiornato al 6 aprile che registra per il Lazio un tasso di mortalità dieci volte inferiore a quello della Lombardia: 0,7% contro 6,8%”.
Sul fronte case di riposo e Rsa nella Asl di Viterbo si registra una criticità presso la casa di riposo nel Comune di Celleno, a Rieti proseguono le verifiche delle strutture per anziani e la situazione del comune di Contigliano è sotto controllo. Sono stati trasferiti presso l’Istituto nazionale di malattie infettive Spallanzani tutti i crocieristi positivi al COVID-19. La nuova app della Regione ‘LazioDrCovid’ in collaborazione con i medici di medicina generale e i pediatri di libera scelta, ha già registrato oltre 85 mila utenti che hanno scaricato l’applicazione e 2.300 medici di famiglia e 310 pediatri di libera scelta collegati.

Veneto:  335 casi in più, nessun nuovo ricovero
Salgono a 13.421, 335 in più rispetto alla rilevazione del pomeriggio del 9 aprile, i contagiati da coronavirus in Veneto. Lo riferisce il bollettino regionale. Sono invece invariati (1.521) i pazienti ricoverati in ospedale, mentre diminuiscono di una unità (257) i pazienti in terapia intensiva. I dimessi sono 1.525. I casi attualmente positivi sono 10.647; 793 sono i deceduti (+9), dei quali 713 in ospedale. I negativizzati sono 1.981. Le persone in isolamento domiciliare (il dato è riferito alle ore 20.00 del 9 aprile) sono 18.567. Invariati infine i dati degli ospedali di comunità, dove sono presenti 147 pazienti, con 48 dimessi e 13 deceduti.

I dati del 9 aprile
Nella giornata del 9 aprile i dati hanno mostrato un lieve aumento dei malati e dei decessi, mentre si sono ridotti i ricoveri e i pazienti nelle strutture di terapia intensiva. Si sono registrati 4.204 nuovi casi (+3,02%) di contagio da coronavirus per un totale di 143.626 dall’inizio dell’epidemia.Secondo i dati della Protezione civile i decessi sono stati 610 in più (+3,45%) per un totale di 18.279 morti. I guariti sono aumentati di 1.979 (+7,47%) per un totale di 28.470. Il numero di tamponi è arrivato a quota 853.369. I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono scesi a 3.605 (-88) .

Escorte galati

Rizolvere problemini di eiaculazione

What do you think?

5399 points
Upvote Downvote

Written by admin

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Bozza dpcm: proroga lockdown fino al 3 maggio, aprono librerie

GermITalia: in dieci anni “esportati” 25mila giovani infermieri in Germania