in , , ,

Coronavirus, oggi in Italia 252 nuovi casi e 5 morti

Coronavirus, oggi in Italia 252 nuovi casi e 5 morti thumbnail
default onloading pic
(denisismagilov – stock.adobe.com)

I dati sono stati comunicati dalla protezione civile. In calo malati e ricoverati in terapia intensiva. Emilia Romagna prima regione per nuovi casi

1′ di lettura

I nuovi casi di tampone positivo al nuovo coronavirus rilevati in Italia nelle ultime 24 ore sono 252, a fronte dei 306 di ieri. Le nuove vittime sono invece 5, contro le 10 di ieri, per un numero complessivo di 35.097 decessi. I casi totali salgono a 245.590. Gli attualmente positivi sono 12.301 (-103), i guariti 198.192 (+350). I tamponi effettuati sono stati 53.334, in calo rispetto ai 60.311 di ieri. Come trend, l’ultima settimana ha segnato una crescita dei casi: 1.860 positivi contro 1.330 dei 7 giorni precedenti (+39,8%). Qui tutti i dati e i grafici aggiornati.

IL TREND GIORNO PER GIORNO

Loading…

Emilia Romagna prima per contagi

A livello regionale, su 252 casi individuati, ce ne sono 53 in Lombardia, 63 in Emilia Romagna, 17 in Trentino Alto Adige, 18 nel Lazio, 30 in Veneto, 13 in Puglia, 11 in Toscana, 11 in Piemonte. Tutte le altre regioni hanno un incremento a una sola cifra.

In calo le terapie intensive

Tornano in calo le terapie intensive: sono 46 oggi i ricoverati gravi in Italia, 3 in meno di ieri (erano oltre 4mila a inizio aprile). Stabile il numero di ricoverati con sintomi, che oggi sono 713, mentre in calo di 100 unità il numero delle persone in isolamento domiciliare, che oggi sono 11.542.

TERAPIE INTENSIVE, RICOVERI E ISOLAMENTO DOMICILIARE

Loading…

What do you think?

193 points
Upvote Downvote

Written by admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Consob: rischio brusca correzione per la Borsa se ripresa è più lenta previsto thumbnail

Consob: rischio brusca correzione per la Borsa se ripresa è più lenta previsto

Come si misura la povertà educativa? Non solo con tablet e banda larga