in

Confindustria, Carlo Bonomi è il presidente designato: «Voragine del Pil tremenda, riaprire le produzioni ma in sicurezza. Classe politica smarrita, ci ha esposto a pregiudizi anti-industriali»



Le prime parole di Bonomi: «Voragine del Pil tremenda»
«Non è il momento di gioire», ha sottolineato Bonomi nelle sue prime parole agli industriali che lo hanno oggi designato presidente di Confindustria. Bonomi ha parlato al Consiglio generale, a porte chiuse, dopo il voto. «Dobbiamo metterci immediatamente in condizioni operative tali – ha affermato, a quanto si apprende – per affrontare con massima chiarezza ed energia la sfida tremenda che è davanti a noi: continuare a portare la posizione di Confindustria su tutti i tavolo necessari rispetto ad una classe politica che mi sembra molto smarrita in questo momento, che non ha idea della strada che deve percorrere il nostro Paese». Occorre «riaprire le produzioni ma evitare seconda ondata contagio. La voragine del Pil è tremenda, è una grande occasione per cambiare Italia. Far indebitare imprese non è la strada giusta – ha messo in evidenza -, l’accesso alla liquidità non è immediato». «La politica ci ha esposto ad un pregiudizio fortemente anti-industriale che sta tornando in maniera importante in questo Paese», ha aggiunto sull’emergenza lockdown. Bonomi ha fatto riferimento a una classe politica che «non ha idea della strada da percorrere. Non pensavo – ha concluso- di sentire più l’ingiuria che le imprese sono indifferenti alla vita dei propri collaboratori. Sentire certe affermazioni da parte del sindacato mi ha colpito profondamente. Credo che dobbiamo rispondere con assoluta fermezza».

Boccia a Bonomi: sia presidente per ricostruzione dell’economia
Il presidente uscente di Confindustria Vincenzo Boccia ha salutato Carlo Bonomi, designato per la successione. «Adesso ha ragione Carlo: dobbiamo riscoprire i valori fondamentali dello spirito di comunità di Confindustria, se vogliamo trasferirlo al Paese con coesione, competenza e unità. Saranno tempi difficili, di sacrifici e di pochi onori. L’auspicio a Carlo – ha continuato Boccia – è che sia il presidente della ricostruzione dell’economia del Paese e per questo gli saremo tutti vicini, per lavorare uniti e insieme».

Pasini: a Carlo Bonomi il mio pieno sostegno
«Al nuovo presidente di Confindustria Carlo Bonomi vanno innanzitutto le mie congratulazioni, il mio pieno sostegno e la mia disponibilità, così come quelle di Aib». Così il presidente dell’Associazione industriale bresciana, Giuseppe Pasini che, come detto, era tra i candidati alla carica ma poi ha deciso di ritirarsi. «Come ho detto – ha aggiunto – nel momento del ritiro della mia candidatura alla presidenza, la forza e l’unità di Confindustria vengono prima di qualsiasi interesse individuale: per questo motivo il nuovo Presidente avrebbe avuto tutto il mio supporto. Stiamo attraversando uno dei momenti più difficili nella storia del nostro Paese dal dopoguerra e, mai come oggi, è fondamentale che tutti quanti all’interno di Confindustria lavorino uniti, seguendo le indicazioni del Presidente».

Mattioli: sorpresa dall’esito del voto
«Sono sorpresa molto più che amareggiata per l’esito del voto – è il commento di Licia Mattioli raccolto dall’agenzia di stampa Ansa -. Ero consapevole di dover sfidare un insieme di forze consolidato e l’ho fatto con determinazione. Il mio pensiero costante è per le imprese che lottano per la sopravvivenza ma non posso non chiedermi dove siano finiti i voti dei tantissimi che mi avevano espresso formale sostegno». Un’accusa sul sistema di voto elettronico? «No, ci mancherebbe mettersi a fare polemiche di questo tipo. Non mi appartengono affatto».

Tortoriello: a Bonomi consenso per affrontare momento cruciale
«Gli auguri più sinceri, a nome mio e di tutti gli imprenditori di Unindustria, a Carlo Bonomi che stamattina, abbiamo designato quale nuovo Presidente di Confindustria per il quadriennio 2020- 2024». In una nota Filippo Tortoriello, presidente di Unindustria, ha messo in evidenza che «con l’elezione di Carlo Bonomi abbiamo dimostrato, ancora una volta, una grande capacità di rinnovamento nella continuità. Il Presidente designato- si legge ancora nel documento -potrà e dovrà contare sul supporto di tutto il sistema confindustriale. Ora, finita la fase di competizione, si apre la fase della compattezza, perché il successo di Carlo Bonomi è il successo di tutta Confindustria. Siamo convinti che la squadra di Presidenza, che il Presidente designato dovrà presentare il prossimo 30 aprile, sarà all’altezza delle grandi sfide che ci attendono, con la scelta di imprenditori di alta competenza e notevole prestigio», ha concluso Tortoriello.

Escorte galati

Rizolvere problemini di eiaculazione

What do you think?

5399 points
Upvote Downvote

Written by admin

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

“I giorni dell’emergenza. Diario di un tempo sospeso”, il libro di Giuseppe Lupo (candidato Premio Strega 2020)

I furbetti dei controlli: le scuse imbarazzanti, dalla moglie nel portabagagli al contrabbandiere impenitente