in

Colleferro, 21enne ucciso a calci e pugni “per aver difeso un amico”. Arrestate 4 persone

Colleferro, 21enne ucciso a calci e pugni “per aver difeso un amico”. Arrestate 4 persone thumbnail

I quattro erano fuggiti ma sono stati trovati poche ore dopo: hanno tutti tra i 22 e i 26 anni. La vittima, Willy Monteiro Duarte, era un ragazzo di origini capoverdiane che abitava a Paliano, in provincia di Frosinone. Proclamato il lutto cittadino

di F. Q. | 6 Settembre 2020

Un banale lite, per futili motivi, in cui è intervenuto per difendere un amico. Poi giù con calci e pugni fino a ucciderlo. È morto così Willy Monteiro Duarte, 21enne di origine capoverdiane. Il ragazzo è stato aggredito e picchiato mentre era con gli amici in una zona di locali notturni a Colleferro, vicino Roma, domenica all’alba. Quattro persone – tutti tra i 22 e i 26 anni – sono state arrestate dai carabinieri: erano fuggiti subito dopo l’omicidio ma sono stati rintracciati poche ore dopo ad Artena. Ora verranno ascoltati per capire la dinamica dei fatti. Proclamato il lutto cittadino sia a a Colleferro che a Paliano, il comune in provincia di Frosinone dove abitava.
Secondo una prima ricostruzione, Duarte intorno alle 4 era in compagnia di amici nella zona dei locali. In un pub sarebbe iniziata una lite, forse per una ragazza, poi proseguita all’esterno: il 21enne è intervenuto probabilmente per difendere un amico e dividere i ragazzi che erano arrivati alle mani. Ma quando si è allontanato da solo per tornare in macchina è stato raggiunto da diverse persone che lo hanno preso a calci e pugni, fino a farlo crollare a terra. I carabinieri, allertati per la rissa nel locale, sono giunti immediatamente sul posto, trovando Duarte in fin di vita. Inutile la corsa in ambulanza: le ferite riportate erano così gravi che in ospedale non hanno potuto far altro che costatarne il decesso. Altri due ragazzi hanno assistito alla scena e sono intervenuti per difenderlo: anche loro hanno riportato diverse ferite, ma meno gravi.
Duarte abitava a Paliano, in provincia di Frosinone. “Giocava a calcio nella squadra del paese e studiava all’istituto alberghiero – l’attivista e poeta maliano Soumaila Diawara – un ragazzo amato dalla comunità locale. Chiediamo giustizia e verità”. Anche l’assessore alla sanità laziale Alessio d’Amato ha espresso la sua solidarietà alla comunità di Colleferro: “Si tratta di un omicidio assurdo di un ragazzo perbene e un grande lavoratore. Auspico che vengano consegnati alla giustizia gli esecutori dell’efferato omicidio“. Le indagini sono state affidate ai carabinieri, che ora stanno vagliano le posizione dei quattro fermati.
“La nostra scuola si stringe intorno alla famiglia. Senza parole, Willy, sempre sorridente, in sala, fiero della divisa, innamorato della As Roma, angelo nostro, non abbiamo parole”. È il post pubblicato sulla propria pagina Facebook dall’Istituto alberghiero Buonarroti di Fiuggi, la scuola frequentata dal ragazzo 21enne di Paliano ucciso stanotte a Colleferro dopo un pestaggio.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento
abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro,
svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi
di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi,
interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico.
La pubblicità, in un periodo in cui l’economia è ferma, offre dei ricavi limitati.
Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci.
Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana,
fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie
Peter Gomez

GRAZIE PER AVER GIÀ LETTO XX ARTICOLI QUESTO MESE.
Ora però siamo noi ad aver bisogno di te.
Perché il nostro lavoro ha un costo.
Noi siamo orgogliosi di poter offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti ogni giorno.
Ma la pubblicità, in un periodo in cui l’economia è ferma, offre ricavi limitati.
Non in linea con il boom accessi a ilfattoquotidiano.it.
Per questo ti chiedo di sostenerci, con un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana.
Una piccola somma ma fondamentale per il nostro lavoro. Dacci una mano! Diventa utente sostenitore!
Con riconoscenza
Peter Gomez

Articolo Precedente
Salerno, un uomo confessa l’assassinio della donna scomparsa il 23 luglio: accoltellata e gettata in un pozzo

Articolo Successivo
Neonata morta nel Salernitano, l’ipotesi dell’autopsia: “Gettata dal secondo piano poco dopo la nascita”

Leggi tutto

What do you think?

193 points
Upvote Downvote

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Veneto, malore in diretta Facebook per il candidato del centrosinistra positivo al Covid thumbnail

Veneto, malore in diretta Facebook per il candidato del centrosinistra positivo al Covid

Kinderbonus wird ab jetzt ausgezahlt, welche Familien ihn als erstes bekommen thumbnail

Kinderbonus wird ab jetzt ausgezahlt, welche Familien ihn als erstes bekommen