in , , ,

Bakayoko cade, Florentino si rialza per il Milan

Bakayoko cade, Florentino si rialza per il Milan thumbnail

Secondo quanto riferito, il Milan ha bloccato i colloqui con il Chelsea per Timeoue Bakayoko, quindi si sta concentrando maggiormente sul Florentino del Benfica.

Trattative che si trascinano per settimane con relativamente pochi progressi, e con Sandro Tonali in arrivo da Brescia in prestito per € 10 m con opzione di acquisto per ulteriori € 15 m più € 10 m di bonus, non è più una priorità.

In effetti, l’ottimo accordo raggiunto con il Brescia per Tonali ha fatto sembrare esagerato il prezzo richiesto dal Chelsea per Bakayoko.

La squadra dello Stamford Bridge vuole un prestito a pagamento di 3 milioni di euro con opzione di acquisto per almeno altri 30 milioni di euro a fine stagione.

Sky Sport Italia sottolinea anche problemi con il suo stipendio, poiché mentre Bakayoko sta accettando un forte sconto sui suoi 6 milioni di euro di stipendio stagionale per l’anno del prestito, vuole almeno 5 milioni di euro netti dopo il trasferimento al Milan.

Il 26 – anno-vecchio è solo sotto contratto con il Chelsea fino al 2022 ed è stato più volte ceduto in prestito a Milan e Monaco, quindi il prezzo richiesto è considerato irrealistico da parte del Milan.

I rossoneri invece si stanno rivolgendo a Florentino Luis, che avevano già avvicinato a gennaio.

Si ritiene che anche il talento portoghese 21 sia in trattative con il Fulham, ma preferirebbe invece il Milan.

È stato riferito che sarebbe disponibile in prestito con un’opzione di acquisto per un totale di € 20 – 25 m, considerevolmente più economico e più giovane di Bakayoko, con un valore di rivendita molto maggiore.

Guarda la Serie A in diretta nel Regno Unito su Premier Sports per soli £ 9. 99 al mese, inclusi LaLiga, Eredivisie, Scottish Cup Football e altro ancora. Visita:https://www.premiersports.com/subscribenow

What do you think?

193 points
Upvote Downvote

Written by admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

McKennie:'La Juve non aveva bisogno di convincermi ' thumbnail

McKennie:’La Juve non aveva bisogno di convincermi ‘

Mancini:'Jorginho fondamentale per l'Italia ' thumbnail

Mancini:’Jorginho fondamentale per l'Italia ‘