in

Alitalia, tamponi rapidi sui voli da Roma a Milano Linate dal 16 settembre


trasporto aereo

Accordo sperimentale tra Alitalia e Aeroporti di Roma reso possibile da un’ordinanza del presidente della Regione Lazio Zingaretti

di Gianni Dragoni

default onloading pic
(EPA)

Accordo sperimentale tra Alitalia e Aeroporti di Roma reso possibile da un’ordinanza del presidente della Regione Lazio Zingaretti

2′ di lettura

Alitalia dà il via alla sperimentazione dei tamponi rapidi sui voli da Roma Fiumicino a Milano Linate. Da mercoledì 16 settembre i passeggeri in partenza da Roma su 2 dei 7 voli giornalieri della compagnia su questa tratta dovranno dimostrare di non avere il Covid-19. Oltre a poter esibire un certificato medico di un tampone con esito negativo o un test sierologico fatto nelle 72 ore precedenti i passeggeri potranno fare il tampone a Fiumicino con esito rapido.

Ordinanza della Regione Lazio

La novità è frutto di un accordo sperimentale che coinvolge Alitalia e Aeroporti di Roma, la società di gestione dello scalo ed è regolata da un’ordinanza del presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, che «Il Sole 24 Ore» è in grado di anticipare, secondo fonti autorevoli. L’ordinanza non è ancora stata ufficializzata.

Il test prima della partenza

Con questa disposizione si prevede per la prima volta la verifica che i passeggeri siano “Covid free” prima della partenza del volo, a differenza del test obbligatorio che è stato introdotto in Italia in agosto per i passeggeri in arrivo da Grecia, Croazia, Spagna e Malta. In astratto i passeggeri “sani” potrebbero quindi stare senza mascherina sull’aereo. La sperimentazione durerà fino al 16 ottobre.

Il tampone non si farà da Linate

Poiché la sperimentazione è introdotta dalla Regione Lazio, non ci sarà lo stesso obbligo nella direzione inversa, cioè per i passeggeri che si imbarcano a Linate diretti a Roma.

Possibile estensione al volo per New York

Uno dei 2 voli oggetto della sperimentazione è quello in partenza sa Fiumicino alle 13:30. In futuro il test del tampone preventivo e della dimostrazione di non avere il coronavirus potrebbe essere esteso ad altri voli di Alitalia, come quello per New York, l’unico volo a lungo raggio che attualmente viene datto dalla compagnia. Lo scopo della sperimentazione è migliorare la sicurezza per i passeggeri in partenza dal principale scalo di Alitalia, l’hub di Fiumicino.

Escorte galati

Rizolvere problemini di eiaculazione

What do you think?

193 points
Upvote Downvote

Written by admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sesta settimana consecutiva di aumento dei casi, risale l’età dei contagiati

Alitalia: dal 1° ottobre non volerà più da Malpensa