in

Aerei, da Lufthansa a Emirates e Alitalia: a che punto siamo con i rimborsi dopo il caos voli cancellati


trasporti

Dal vettore tedesco i rimborsi più alti, 2,5 miliardi. Alitalia ha restituito 123 milioni. La Iata aveva cercato di rimandare i rimborsi con i voucher

di Gianni Dragoni

default onloading pic
(Maria Laura Antonelli / AGF)

Dal vettore tedesco i rimborsi più alti, 2,5 miliardi. Alitalia ha restituito 123 milioni. La Iata aveva cercato di rimandare i rimborsi con i voucher

3′ di lettura

Dopo il caos rimborsi per i voli cancellati arrivano i rimborsi per chi aveva comprato biglietti aerei e non ha potuto volare. In seguito agli interventi della Commissione europea le compagnie non hanno potuto dare solo voucher ai passeggeri, ma hanno dovuto dare rimborsi in denaro. In particolare in Italia i rimborsi sono stati resi obbligatori per i voli previsti dal 3 giugno in poi, dopo un intervento dell’Enac del 18 giugnop scorso.

Alitalia ha restituito 123 milioni
Il commissario di Alitalia, Giuseppe Leogrande, nella relazione sulla situazione economico-finanziaria del primo semestre inviata in agosto alle commissioni parlamentari competenti sui Trasporti, ha affermato che «tra il 17 febbraio e il 25 giugno 2020 Alitalia ha provveduto a rimborsare 400.000 biglietti per un ammontare di circa € 123 milioni, di cui € 13 milioni solo nel mese di giugno, oltre ad aver emesso nello stesso
periodo 127.214 voucher per un ammontare complessivo pari a circa € 27 milioni (€ 9,5 milioni solo nel mese di giugno)». In media ogni biglietto rimborsato vale 307 euro.

Ancora da rimborsare 86 milioni
Secondo la compagnia, «l’ammontare dei biglietti ancora da rimborsare, secondo le stime aggiornate al 15 giugno 2020, è pari a circa Euro 86 milioni; tale dato tiene conto delle richieste ricevute da passeggeri ed agenzie di viaggio, senza valutazioni sull’effettivo diritto al rimborso nel rispetto delle normative sopra citate».

In sei mesi perdita operativa -427 milioni
Nel primo semestre di quest’anno Alitalia ha subìto una perdita operativa (Ebit) di -427 milioni, con un peggioramento di 177 milioni rispetto alla perdita della prima metà del 2019 (era -250 milioni). I ricavi operativi totali sono diminuiti del 62%, da 1.444 a 544 milioni. I dati sono contenuti nella relazione di Leogrande al Parlamento.

Da Lufthansa 2,5 miliardi
I rimborsi più alti in valore sono quelli pagati da Lufthansa, stando a quanto è stato annunciato dalle compagnie. Il gruppo tedesco ha reso noto che «nell’anno in corso le compagnie aeree del gruppo Lufthansa hanno finora rimborsato oltre 2,5 miliardi di euro a un totale di 5,6 milioni di clienti (al 24 agosto 2020)». Il valore medio ricevuto da ogni cliente è pari a 446 euro.

Escorte galati

Rizolvere problemini di eiaculazione

What do you think?

193 points
Upvote Downvote

Written by admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Crescita e ambiente binomio indissolubile: al Festival dell’economia di Trento ne parlano 6 Nobel

Corsa al vaccino influenzale, 1,5 milioni di dosi in farmacia