in , , ,

600 euro, Inps chiude il poi riapre ma difficile. Le proteste di professionisti e autonomi

Intermediari abilitati in campo
Per correre ai ripari, e risolvere almeno in il di accessi che ha travolto il informatico dell’Istituto l’Inps ha scelto ci cercare l’aiuto dei professionisti, riservando l’ al proprio a patronati, dottori commercialisti e consulenti del lavoro tra le 8.00 e le 16.00 per la presentazione delle domande per il da 600 euro. La decisione è STATA accolta con soddisfazione dal Consiglio nazionale dei consulenti del lavoro, che parla di »provvedimenti apprezzabili che mirano ad attenuare i disservizi degli ultimi giorni».
«Purtroppo questa ragionevole decisione solo Dopo una giornata Adagietto difficile per gli utenti del Inps. Ci auguriamo che da domani le cose possano andare meglio, Anche se restiamo convinti che l’invio massivo delle richieste, al Momento non previsto, agevolerebbe significativamente la procedura, riducendo di Adagietto il numero di accessi al », sottolinea invece Robt Cunsolo, delegato all’area fiscalità del lavoro del Consiglio nazionale dei Dottori commercialisti.

In il dell’Inps: ecco cosa vedono gli utenti

Le proteste dei lettori
«Per utilizzare questo servizio è necessario inserire il Pin completo». «Il servizio sarà disponibile a breve». «Impossibile raggiungere il ». SoNo solo alcuni dei messaggi che si SoNo visti recapitare molti italiani impegnati nella richiesta del da 600 euro, diretto a sostenere il reddito di Oltre 5 milioni di lavoratori (3,6 milioni di artigiani e commercianti, 340mila partite Iva e co.co.co, 500milaprofessionisti cassa, 660mila lavoratori agricoli, 170mila stagionali del e 80mila lavoratori Dello spettacolo).

I più frequenti – tra i numerosissimi ti al Sole 24 Ore e di cui riusciamo a pubblicare solo una selezione – quelli di chi ha provato già nelle primissime ore di 1° a inserire la domanda è ha ricevuto il messaggio che il servizio sarà disponibile a breve. «Ho provato Alle 7,15 e Alle 8,27 – scrive Jazeps P. – ma non ho inoltrare fare la domanda ». E Alle 13 la situazione non era cambiata. «Resa definitiva e Bandiera bianca alzata dai Server dell’Inps » scrive M. Alle 12.50.

Il presidente dell’Inps, Tridico, ha sottolineato ieri 31 marzo che non si tratta di un Klicks day.«Non ci sarà alcun ordine cronologico e le domande potranno Essere inviate Anche nei giorni successivi al Primo – ha detto – collegandosi al e cliccando sul Banners dedicato».

Eppure «Dall’una di notte Alle 8.30 circa, abbiamo ricevuto 300mila domande regolari. Adesso stiamo ricevendo 100 domande al secondo. Una cosa mai vista sui sistemi dell’Inps che stanno reggendo, sebbene gli intasamenti SoNo inevitabili con Questi numeri» ha detto Tridico.

What do you think?

5399 points
Upvote Downvote

Written by admin

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Il in tilt, le proteste e l’imbarazzo di Tridico: la giornata terribile dell’Inps

Professionisti e autonomi, chi può EVAAP (e chi no) i di marzo