in , , ,

Svolta Intesa-Ubi sblocca risiko banche, a Piazza Affari corrono Banco Bpm e Mps

Svolta Intesa-Ubi sblocca risiko banche, a Piazza Affari corrono Banco Bpm e Mps thumbnail
default onloading pic

Le ultime notizie sull’operazione Intesa-Ubi fa accelerare in Borsa le possibili protagoniste di nuove aggregazioni

1′ di lettura

La svolta nell’operazione Intesa SanpaoloUbi Banca, dopo il rialzo dell’offerta e il sì arrivato da alcuni soci di peso della banca lombarda oggetto della proposta, sblocca il risiko dei bancari e fa accelerare in Borsa le possibili protagoniste di nuove aggregazioni: le azioni Banco Bpm, dopo una partenza brillante, hanno accelerato arrivando a guadagnare oltre 7 punti, entrando anche temporaneamente in asta di volatilità, mentre Monte dei Paschi di Siena – che nei giorni scorsi ha scelto Mediobanca come advisor per valutare le prossime scelte strategiche, sale più del 6%.

Secondo quanto riportato nel week end da Il Messaggero, Unicredit, per quanto il ceo Mustier continui a dichiarare di non guardare ad acquisizioni, potrebbe tornare a concentrarsi su un rafforzamento nel mercato domestico: dei primi colloqui sarebbero avvenuti nelle scorse settimane con i vertici di Banco Bpm. Ma le ipotesi di consolidamento nel settore del credito potrebbero coinvolgere, intorno a Banco Bpm, la Popolare dell’Emilia Romagna e, appunto Mps, alla luce della volontà, confermata di recente dal ministro del Tesoro Gualtieri, di rispettare i programmi per una uscita dello Stato dal capitale nel 2021.

(Il Sole 24 Ore Radiocor)

What do you think?

194 points
Upvote Downvote

Written by admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Borse europee verso un avvio in calo. Brillante Shangai, bene Seul, piatte Tokyo e Hong Kong thumbnail

Borse europee verso un avvio in calo. Brillante Shangai, bene Seul, piatte Tokyo e Hong Kong

Al via la maratona fiscale di luglio: ecco quali sono le prime scadenze thumbnail

Al via la maratona fiscale di luglio: ecco quali sono le prime scadenze