in , , ,

Per salvare Alitalia lo Stato ha speso 12,6 miliardi in 45 anni

Per salvare Alitalia lo Stato ha speso 12,6 miliardi in 45 anni thumbnail

I Capitani coraggiosi Quando a fine 2008 lo Stato uscì e arrivarono i «patrioti», i Capitani coraggiosi chiamati da Silvio Berlusconi, che adesso dice sì alla nazionalizzazione, la capitalizzazione fu di un miliardo.Quota di mercato ridimensionata Oggi la flotta è diminuita a 112 aerei (26 di lungo raggio), i dipendenti sono 11.132. Dunque tre miliardi, anche volendo scontare le perdite del Coronavirus (ma Alitalia era già in crisi prima, ha perso 600 milioni nel 2019), sembra una cifra fuori dal comune per la ridotta dimensione di mercato che Alitalia ha assunto.Per Gualtieri «lo Stato ci può guadagnare» Il ministro Gualtieri ha rigettato il confronto fra i 3 miliardi e i soldi che il decreto stanzia per gli ospedali (stessa cifra) o la scuola (la metà): «C’è la possibilità di costruire una newco con del capitale: non si possono confrontare i 3 miliardi di Alitalia con altre misure». In questo caso si tratta non di «deficit ma di saldo netto da finanziaziare: è equity che rimane dello Stato quindi io non sto pagando, lo Stato ci può persino guadagnare». Questa dichiarazione non è rassicurante.Da Mediobanca a Gentiloni Sommiamo i 3 miliardi a quanto Alitalia è già costata allo Stato e alla collettività in 45 anni. Il punto di partenza è lo studio di Mediobanca, che ha calcolato in 7,4 miliardi i costi diretti di Alitalia dal 1974 al 2014. Quel valore aggiornato a oggi è pari a 7,62 miliardi. Aggiungiamo i 75 milioni versati da Poste a fine 2014 per l’operazione Etihad, i 900 milioni «prestati» nel 2017 dal governo di Paolo Gentiloni, si arriva a 8,6 miliardi, più 145 milioni di interessi, non rimborsati.Gli ultimi finanziamenti A fine dicembre 2019 il governo M5S-Pd ha assegnato al nuovo commissario, Giuseppe Leogrande, altri 400 milioni, come «prestito» semestrale, che non verrà restituito, né saranno pagati gli interessi per quasi 20 milioni. Aggiungiamo l’ultimo colpo: i 3 miliardi per la Newco, più altri 350 milioni, residuo del decreto «Cura Italia» di marzo. Si arriva a 12 miliardi 515 milioni. Ancora: almeno 100 milioni per gli oneri della cigs nei tre anni di commissariamento.

What do you think?

193 points
Upvote Downvote

Written by admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Arthur:'Il progetto Juventus mi ha convinto ' thumbnail

Arthur:’Il progetto Juventus mi ha convinto ‘

Superbonus 110%, ecco quando conviene la cessione alle banche thumbnail

Superbonus 110%, ecco quando conviene la cessione alle banche