Recensione di Gears Tactics | PC Gamer


Gears Tactics e io condividiamo la convinzione che un fucile da cecchino dovrebbe praticamente essere un’estensione della mano di dio, così potente che sembra che tu sia ingiusto con i poveri grugniti dell’IA che vagano nel raggio. Venti ore dopo la mia campagna, la hotbar del mio cecchino traboccava di abilità. Potrei sparare qualcosa come 7 round in un singolo turno, concatenando insieme colpi che mi hanno dato ricariche gratuite e colpi che hanno rifornito il mio pool di punti azione. E poiché avevo completato alcune missioni secondarie difficili in cerca di bottino “leggendario”, il mio fucile da cecchino era sintonizzato con parti che garantivano, per usare il termine tecnico, una percentuale di colpi critici sgradevole.

Bisogno di sapere

Che cos’è? Strategia a turni, con mitragliatrici
Aspettatevi di pagare $ 60 / £ 50
Sviluppatore The Coalition / Spash Damage
Editore Xbox Game Studios
Revisionato il GTX 1080, Intel i7-6700K, 16 GB di RAM
Multiplayer Nessuna
collegamento Sito ufficiale

Mirare al boss finale con una probabilità critica dell’85% sembrava quasi di tradire. Questa è la versione power fantasy di un gioco di tattica e Gears of War puro e perfetto, fino al pop craniale del proiettile di un fucile da cecchino Longshot che atterra un colpo alla testa critico.

Come gli sparatutto in terza persona della serie Gears, Tactics ha una campagna lineare, raccontata con scene di scena molto belle basate su Unreal Engine tra le missioni. È facilmente il gioco di tattiche più bello a cui abbia mai giocato, grazie a scene animate e ambienti dettagliatamente dettagliati. La serie è principalmente conosciuta per i suoi soldati macho, a torso incredibilmente a botte, ma ha avuto una grande direzione artistica qua e là – la grande architettura classica devastata da anni di guerra. È difficile sopravvalutare il modo in cui questo gioco traduce l’aspetto e la sensazione di combattimento degli altri giochi Gears in questa prospettiva aerea a turni, fino alla diapositiva magnetizzante nella copertura che i personaggi creano.

Gears Tactics è un gioco di strategia aggressivo che ti lancia mucchi di nemici, perché sa quanto siano potenti gli strumenti a tua disposizione. Sa che hai granate a frammentazione che possono trasformare un branco di cinque disgraziati disgraziati in crocchette di pollo o una motosega che ha il 100 percento di possibilità di tagliare a metà anche un soldato di Locusta in piena salute. (Mi piace immaginare che il lungo tempo di recupero della motosega non sia dovuto alla sua potenza, ma perché il mio eroe, Gabe Diaz, deve passare i prossimi turni a grattare pezzi di ossa e visceri dalle lame).

Mentre per la prima volta assomiglia moltissimo a XCOM, che ha ispirato un’ondata di giochi di strategia in questo decennio, Gears Tactics gioca in modo diverso. Ogni turno in XCOM riguarda la tensione di quante poche mosse puoi fare, il drammatico rischio di perdere un singolo colpo e di cercare un piano di riserva. Gears è più libero, dando a ciascuno dei quattro soldati che prendi in missione tre azioni per turno; qualsiasi combinazione di movimento, tiro e abilità speciali che desideri. Ogni volta che uno dei tuoi soldati esegue una mossa di esecuzione su un nemico vicino alla morte, il resto della squadra ottiene un punto di azione extra per il turno, l’equivalente di un gioco che grida un plotone Hooah!

Queste due cose danno a Gears Tactics un sapore notevolmente diverso: non stai cercando di sfruttare al meglio le tue magre opzioni ogni turno. Stai cercando di prolungare il tuo turno il più a lungo possibile, ogni uccisione offre l’opportunità di guadagnare altre tre azioni, e un’altra uccisione, e altre tre azioni, fino a quando tutto giace morto ai tuoi piedi. Adoro il modo in cui ogni turno diventa un’opportunità entusiasmante per cancellare l’intero schermo dei nemici in una volta, e mi spinge a sperimentare come combinare le molte abilità della mia squadra.

Gears Tactics perde il netto vantaggio del pericolo che XCOM ha, in cui gestire unità che muoiono durante la campagna è senza dubbio una caratteristica. A meno che tu non giochi con la massima difficoltà in Gears, puoi far rivivere più volte i soldati e sull’impostazione intermedia raccomandata c’è stata una sola volta in tutta la mia campagna in cui mi sono avvicinato alla perdita permanente di qualcuno. È stato un brivido. Se non stai giocando a Insane, probabilmente non ti interesserà molto il flusso di reclute che si uniscono alla tua squadra, anche se esiste l’opzione per dare loro nomi e rifacimenti personalizzati, se vuoi.

Stai cercando di prolungare il tuo turno il più a lungo possibile, ogni uccisione offre l’opportunità di guadagnare altre tre azioni, fino a quando tutto giace morto ai tuoi piedi.

Penso che gli sviluppatori avrebbero potuto rendere i rianimi più rigidi per recuperare un po ‘di quel rischio, ma per la maggior parte mi è piaciuto essere sfidato da un gioco di tattiche senza sentire costantemente stressato. Gears elimina un po ‘di tensione e al suo posto acquisisce una gradita velocità e flessibilità.

Ad esempio, la classe di supporto può regalare un punto azione a un compagno di squadra, e adoro associarlo con un’altra abilità, Lavoro di squadra, che guadagna un’azione con il soldato di supporto indietro ogni volta che quel compagno di squadra ottiene un’uccisione. È come piazzare una scommessa su un soldato in particolare—sì, sicuramente daranno un calcio in culo in questo turno—e poi cercando di seguire. La mia strategia preferita è quella di lanciare il lavoro di squadra sul mio scout poco prima che lanci una granata a frammentazione in una pila di locuste per un paio di uccisioni garantite (e punti di azione garantiti).

Gears Tactics si basa sulle sue esecuzioni davvero, molto bene attraverso le abilità di classe e il suo controllo su overwatch, un’abilità resa popolare da XCOM che ti consente di sparare ai nemici quando si muovono. Metti un Gear su overwatch con tre azioni in bilico e possono sparare tre volte. Ma anche i nemici usano l’overwatch in modo aggressivo per bloccare la tua squadra. Il sistema di azione a mano libera di Gears è più tollerante di quello di XCOM, ma spesso crea questi enigmi da cui uscire, in cui due membri della tua squadra non possono muoversi senza essere colpiti a pezzi, e gli altri due devono uccidere l’overwatching Locusta per liberarli per usare quelle azioni in sicurezza.

Immagine 1 di 16

(Credito immagine: Microsoft)

Immagine 2 di 16

(Credito immagine: Microsoft)

Immagine 3 di 16

(Credito immagine: Microsoft)

Immagine 4 di 16

(Credito immagine: Microsoft)

Immagine 5 di 16

(Credito immagine: Microsoft)

Immagine 6 di 16

(Credito immagine: Microsoft)

Immagine 7 di 16

(Credito immagine: Microsoft)

Immagine 8 di 16

(Credito immagine: Microsoft)

Immagine 9 di 16

(Credito immagine: Microsoft)

Immagine 10 di 16

(Credito immagine: Microsoft)

Immagine 11 di 16

(Credito immagine: Microsoft)

Immagine 12 di 16

(Credito immagine: Microsoft)

Immagine 13 di 16

(Credito immagine: Microsoft)

Immagine 14 di 16

(Credito immagine: Microsoft)

Immagine 15 di 16

(Credito immagine: Microsoft)

Immagine 16 di 16

(Credito immagine: Microsoft)

Sopra: Gears Tactics è un bellissimo gioco di strategia

Ognuna delle cinque classi – supporto, avanguardia, scout, pesante e cecchino – ha molte abilità che giocano nel sistema d’azione in modi intelligenti. Il cecchino può continuare a fare più colpi ottenendo uccisioni. Il pesante, che porta un’enorme mitragliatrice e accumula bonus di precisione per rimanere fermi e sparare più turni di fila, può guadagnare un punto di azione in più per andare in overwatch, rendendolo la classe difensiva perfetta. L’avanguardia ha strumenti per abbattere i nemici su di overwatch, incoraggiandoti a continuare ad andare avanti.

Anche dopo 20 ore, quando ho iniziato a stancarmi della struttura ripetitiva di Gears Tactics, mi stavo ancora divertendo con quelle decisioni momento per momento e tutti i modi in cui la mia squadra poteva lavorare insieme.

Sulla pista della campagna

Il punto in cui Gears Tactics si discosta maggiormente da XCOM è la sua campagna lineare, senza un livello di strategia “meta” da gestire. Questa non è un’esperienza sandbox. Non esiste una mappa del mondo in cui scegli i luoghi da visitare, nessuna ricerca di nuovi ingranaggi, nessun sistema di gioco con cui interagire al di fuori del combattimento. Questo funziona in gran parte per Gears Tactics: è un gioco semplice e la profondità e la creatività del suo sistema di combattimento mostrano i vantaggi di dove si è concentrato. Ma purtroppo significa che i playthrough ripetuti rappresenteranno una sfida per lo più identica. E ho scoperto che senza un po ‘di quella meta strategia per cambiare il modo in cui stavo trascorrendo il mio tempo, la campagna ha iniziato a trascinarsi alla fine.

Ognuno dei tre atti della campagna termina con una battaglia contro un boss, che è una cosa eccitante da avere in un gioco di tattica. Sfortunatamente tutti e tre i boss usano essenzialmente le stesse meccaniche e non cambiano durante i combattimenti. I boss hanno anche enormi pool di salute, quindi dopo cinque minuti hai visto tutto quello che il boss ha da offrire, ma probabilmente hanno ancora altri 30 minuti di salute da eliminare.

Immagine 1 di 7

(Credito immagine: The Coalition)

Immagine 2 di 7

(Credito immagine: Microsoft)

Immagine 3 di 7

(Credito immagine: Microsoft)

Immagine 4 di 7

(Credito immagine: Microsoft)

Immagine 5 di 7

(Credito immagine: Microsoft)

Immagine 6 di 7

(Credito immagine: Microsoft)

Immagine 7 di 7

(Credito immagine: Microsoft)

Sopra: estesi alberi delle abilità e personalizzazione delle armi di Gears

Tra le missioni della campagna, Gears Tactics completa il suo tempo di esecuzione con missioni secondarie che devi completare prima di continuare la storia. Verso la fine questi sembrano uno slogamento perché devi farne molti, e la struttura lineare non ti consente di scegliere e scegliere quando vuoi farli: sono puramente un blocco per progredire. In un gioco di ruolo o anche in XCOM, che è più aperto, posso impostare il ritmo da solo, affrontando missioni secondarie tra battaglie importanti.

Questa frustrazione è esacerbata da quanto la narrativa sia sottile per alcune campagne. Ho intrapreso una missione secondaria in cui ho tenuto un paio di punti di controllo contro ondate di attacchi di Locust, poi ho finito per fare esattamente la stessa cosa nella mia prossima missione della storia, con solo un paio di linee di dialogo aggiunte a quest’ultima. Gli stessi tipi di missione base si ripetono più volte alla fine, il che andrebbe bene per le missioni secondarie se anche la campagna non tornasse a usarle. I filmati sembrano fantastici, ma la trama è anticipata e si estende soprattutto nel terzo atto. Alcuni altri pezzi unici avrebbero aiutato lì.

Spero già in una Gears Tactics 2, perché puoi vedere la promessa della sua fondazione: il combattimento, il sistema di abilità e la presentazione di prim’ordine, che mi ha fatto sentire molto più coinvolto nell’azione rispetto al solito burattinaio tra le nuvole.

Gli alberi delle abilità per ogni classe si ramificano in quattro specialità, ma puoi scegliere liberamente come mescolare quelle abilità per creare una build più ibrida. Lo scouting con fucile a pompa, ad esempio, può dirigersi verso la specialità di Raider e concentrarsi sulla pura uscita del danno da fucile da caccia, con una potente abilità Rampage che continuerà a colpire nuovi nemici fino a quando ogni colpo ne abbatte uno. Oppure possono speculare verso Commando, che apre una miniera di prossimità super utile e aumenta il danno degli esplosivi. Ma ci sono molte grandi abilità tra le specializzazioni, come gli appassionati dell’abilità del mantello dello scout che ti fa scivolare attraverso l’overwatch nemico senza essere visto.

La maggior parte dei miei personaggi ha finito per ibridi che hanno raggiunto il limite di un solo albero delle abilità, e mentre reclutavo nuovi soldati che avevano speculato in modo diverso ho continuato a trovare nuove combo di abilità che non avevo ancora usato. Personalizzazione delle armi, che ti consente di scambiare parti di armi con pezzi migliori che troverai sparsi in tutti i livelli della campagna, si legano bene al sistema di abilità, aumentano il danno di overwatch o aumentano il raggio di movimento o riducono i tempi di recupero delle granate. Le parti di rarità “leggendarie” sono in genere ricompense per obiettivi di missione opzionali difficili e sono soddisfacenti da guadagnare, perché sai che arriveranno con alcuni grandi vantaggi stat.

Come il ritmo della campagna, il sistema di bottino di Gears Tactics perde il suo fascino verso la fine. Con pile di equipaggiamenti simili che hanno smesso di essere divertenti da sistemare, ho perso interesse a farmi da parte durante le missioni per raccogliere più casi.

La struttura di Gears Tactics non è riuscita a sostenere le 25 ore o giù di lì, quindi mi ci è voluto per superare la campagna, ma schiaffeggiare il combattimento in un sequel con un paio di sistemi più strategici che bilanciano la varietà e il ritmo, e onestamente preferirei riproducilo su XCOM, una raccomandazione che non mi sarei mai aspettato di fare.

Escorte galati

Written by admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le prime schede grafiche Intel 7e Xe sono in fase di test pre-alfa

Jessika è un mistero della sua storia in stile FMV sul suicidio o l’omicidio di una giovane donna