Recensione del monitor da gioco portatile ROG Strix XG17AHP


I monitor portatili sono in circolazione da un po ‘di tempo. Per un po ‘, la maggior parte delle persone considera i monitor portatili una novità che offre la comodità della portabilità a scapito delle prestazioni e della qualità delle immagini. L’Asus ROG XG17AHPE è uno schermo di gioco mobile che mostra che alcuni monitor portatili potrebbero non essere uno scherzo dopo tutto. Ha una frequenza di aggiornamento di 240Hz, insieme a una frequenza di risposta di 3ms, il tutto stipato in un display IPS da 17 pollici sottile e leggero e altoparlante incorporato per l’avvio.

Posso attestare quanto sia doloroso avere bisogno di un secondo monitor sulla strada e, peggio ancora, provare a viaggiare con uno. Una parte di me vorrebbe che questo monitor fosse in giro durante i miei vecchi giorni di festa in LAN; mi avrebbe risparmiato un sacco di problemi. L’XG17 si adatta facilmente a uno zaino o anche a una grande borsa a tracolla. Basta collegarlo tramite USB-C e sei pronto per il rock.

SPECIFICHE

Prezzo: $ 499
Dimensioni del pannello: 17 pollici
Risoluzione nativa: 1920 X 1080
Genere: IPS
Aggiornamento massimo: 240Hz
Tempo di risposta: 3ms
Contrasto nativo: 1.000: 1
Ingressi display: 1 x micro HDMI, 2 x USB Tipo-C
Connettività: Cuffie da 3,5 mm
Altoparlanti: 2 x 1 W frontale
Batteria: 7800 mAh incorporato
Garanzia: 36 mesi

La custodia pieghevole intelligente, che funge sia da copertura che da supporto per l’XG17, era un po ‘ingombrante. Devi diffidare di un tavolo traballante, come se il monitor si spremesse un po ‘, cadrà di nuovo, il che è molto fastidioso se ti capita di essere nel mezzo della partita di Mortal Kombat 11 o di un rant su Twitter che scorre.

Sarebbe stato bello avere una sorta di cavalletto fisso invece di fare qualche strano origami di folio per far cadere il monitor, ma è così che Asus è andato. C’è una versione dell’XG17 che viene fornita con un supporto per treppiede e una borsa per il trasporto per $ 100 in più, ma sembra costoso su quello che è già un display costoso.

Immagine 1 di 3

(Credito immagine: ROG)

Immagine 2 di 3

(Credito immagine: ROG)

Immagine 3 di 3

(Credito immagine: ROG)

La portabilità dell’XG17 è il suo principale punto di forza. Arriva a 2,3 libbre e solo 0,4 pollici di spessore; sembra quasi che ti porti dietro un tablet gigante che si collega al tuo laptop o console di gioco. Non posso esagerare su quanto sia stato incredibilmente conveniente abbinare il mio laptop da lavoro all’XG17 e lavorare sul mio balcone in una bella giornata. È un perfetto compagno di lavoro da casa se sei a corto di spazio o non hai una scrivania. Puoi facilmente posizionarlo praticamente ovunque … fintanto che nulla si imbatte in superficie, stai usando.

Ma lo schermo Asus è anche pensato per i giochi. Ho usato il Asus ROG Zephyrus G14 con un RTX 2060 e un display 1080p 120Hz per vedere il 240Hz aggiornare l’XG17 fornito in azione. Ho iniziato con i soliti sospetti, come CS Go e Call of Duty, e sono rimasto molto colpito dalla velocità di aggiornamento rapida e dalla precisione del colore, anche durante le riprese più intense.

Tuttavia, uno dei miei modi non scientifici preferiti di vedere quanto sia veloce e colorato un monitor è il test Goku in cui ho giocato a Dragonball FighterZ con nient’altro che Gokus che combatteva sullo schermo. I colori sono saltati fuori senza saturare e hanno tenuto il passo con tutte le azioni sullo schermo. Ha superato il test Goku con un GPS alto (Gokus al secondo).

L’XG17 funziona sorprendentemente bene anche con le console. Conosco molte persone a cui piace viaggiare con la loro PS4 solo per scoprire che le porte HDMI sulla TV dell’hotel sono inaccessibili, con loro grande sgomento. C’è un posto e un mercato per gente che ha bisogno di un display bello da vedere che viaggia bene. Non sarei sorpreso se vediamo questo tipo di display commercializzare direttamente a diversi team e campionati di eSports per un po ‘di pratica in movimento.

L’XG17 è inoltre dotato di una batteria da 7800 mAh integrata, che è durata quasi tre ore di non gioco e poco meno di due ore quando ho giocato l’atto finale di Resident Evil 3 Remake sul mio balcone. Il monitor supporta la ricarica rapida 3.0, quindi un’ora di ricarica mi ha riportato a circa il 60 percento, il che è piuttosto dannatamente veloce. Se hai una power bank, puoi spremere un po ‘di tempo di gioco nel caso in cui sei bloccato in aeroporto o in un barbecue. Per la maggior parte, ho tenuto il display collegato e in carica.

Al di fuori dei giochi, ho trovato l’XG17 estremamente utile in piedi quando collegato al mio MacBook Pro in modalità verticale per lavorare al tavolo da pranzo. Qui, posso lavorare in modo efficiente in un documento e monitorare Twitter o Slack per le ultime notizie. Per me, due schermi sono cruciali per fare qualsiasi cosa, come con la maggior parte delle persone che lavorano da casa in questo momento. Le due porte USB-C e micro-HDM consentono di collegare anche altri dispositivi, dai telefoni a un Nintendo Switch.

Immagine 1 di 4

(Credito immagine: ROG)

Immagine 2 di 4

(Credito immagine: ROG)

Immagine 3 di 4

(Credito immagine: ROG)

Immagine 4 di 4

(Credito immagine: ROG)

XG17 offre un’eccellente esperienza con il secondo schermo che viaggia facilmente senza compromettere il colore o la velocità. Il prezzo di $ 500 sarà una barriera significativa per la maggior parte delle persone considerando che è possibile acquistare un 240Hz da 27 pollici per circa $ 400. Questo monitor portatile è davvero per quei giocatori con programmi pesanti e che necessitano di un display ad alte prestazioni che non è necessario effettuare il check-in. Ma lo ammetteremo, è un inferno di un pubblico di nicchia da prendere di mira. ROG Strix XG17AHPE arriverà nei negozi all’inizio di maggio.

Escorte galati

Written by admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Offerte per PC da gioco a basso costo nell’aprile 2020

Come gli streamer Twitch stanno affrontando le pressioni dello streaming durante una pandemia