Quale gioco di Assassin’s Creed ha le migliori impostazioni?


Gli assassini sicuramente vanno in giro. La serie apparentemente infinita di giochi Assassin Creed di Ubisoft ha portato i nostri sommozzatori di pagliaio con il polso in tutto il mondo: Italia, Francia, Spagna, America, Caraibi, Grecia antica ed Egitto, solo per citarne alcuni – e in Assassin’s Creed Valhalla abbiamo andremo nell’Inghilterra del IX secolo a Viking-stomp the Saxons.

Mettere da parte quale gioco di Assassin’s Creed è il migliore—l’abbiamo già coperto—Oggi concentriamoci solo sulla posizione che ogni gioco ci porta. Quale gioco di Assassin’s Creed ha le migliori impostazioni? E non sto parlando di ray tracing e SSAO / HBAO.

Abbiamo risposte dagli scrittori di PC Gamer e alcuni da i nostri forum sotto! Sentiti libero di esprimere il tuo voto nei commenti.

Egitto

(Credito immagine: Raphael Lacoste / Ubisoft)

Phil Savage: Il sontuoso restauro di Ubisoft di luoghi storici è sempre stato il momento clou della serie per me. Non ho idea se una particolare ricostruzione sia storicamente accurata, ma apprezzo lo sforzo di cercare di dare contesto e atmosfera a un determinato momento e tempo. È l’Egitto di Assassin’s Creed Origins che si distingue per me, in parte perché sembra il più distinto. Sono stato a Roma e ci sono ancora istantanee del periodo rinascimentale. Ho giocato a innumerevoli giochi basati sull’antica Grecia e ho familiarità con le sue mitologie e architetture. L’Egitto, al contrario, si sentiva diverso – nuovo ed eccitante per quanto sembrasse vecchio e sconosciuto – e Ubisoft ha fatto un ottimo lavoro nel mettere in evidenza l’influenza delle diverse culture in quel momento. È vivace e vario e sembra un serio tentativo di dare consistenza a un periodo di tempo che ora puoi sperimentare solo attraverso il vetro di un museo.

Andy Kelly: Devo essere d’accordo con Phil qui. Penso che Ubisoft sia stato molto furbo resistere all’impostazione di Origins quando l’Antico Egitto era al massimo della sua potenza, mostrandoci invece che la sua cultura veniva lentamente smantellata dall’arrivo dei Greci e di altri invasori culturali. Ci sono abbastanza tracce della gloria dell’antico Egitto rimaste per farti godere l’immagine classica del periodo, ma è anche abbastanza triste vedere i loro grandi templi e modi distintivi di vita svanire. A parte questo, è davvero bello da vedere. Anche l’Odissea era meravigliosa, ma per i miei gusti si sono piegati un po ‘troppo nella roba mitologica. Le origini sono radicate in una storia sufficiente da sembrare ancora un luogo reale, seppure esagerato.

Fraser Brown: A parte l’America rivoluzionaria, adoro tutte le ambientazioni di Assassin’s Creed, ma con l’Egitto tolemaico Ubisoft ha funzionato davvero con la magia. Ho ancora vividi ricordi di aver raggiunto la cresta di una duna e di aver visto il Tempio di Sekhmet per la prima volta – prima di allora avevo appena fatto il giro della città di partenza e del deserto – e di essere stato completamente spazzato via. Devo aver passato 20 minuti a trovare buoni angoli per gli screenshot prima ancora di mettere piede all’interno dell’insediamento di Yamu, dove si trovava il tempio. Come accennato da Phil, penso che parte della magia sia che è meno familiare di alcune delle altre impostazioni. Abbiamo preso in prestito così tanto dai romani e dai greci che puoi persino vedere edifici che ricordano quegli antichi templi lontani come la Scozia, quindi perché Edimburgo ha il soprannome di Atene del Nord. E se ti piace questo genere di cose, ce ne sono ancora molte in Origins. Ci sono intere aree dedicate all’architettura e alla cultura romana e greca. È un vecchio melting pot dove un minuto stai navigando lungo il Nilo ansimando nei templi del Nuovo Regno e poi dopo ti rilassi in una casa piccola con arte erotica, pareti rosse sgargianti e tappeti di pelle di leone che solo urlare “un romano vive qui”. La vera sorpresa è stata quella di poter ripercorrere il mio viaggio nel moderno Egitto e vedere tutti questi luoghi, o almeno una grande approssimazione di essi, prima che diventassero hot spot turistici. Le piramidi hanno perso un po ‘della loro magia ora che sono a poca distanza da un’enorme città moderna.

Mi piacerebbe ancora vedere la serie principale andare da qualche parte dove non c’è alcuna influenza occidentale. Il primo gioco, Origins e India, sono tutti più distanti, ma hai ancora crociati europei, greci e romani e la East India Company. Penso che la Cina sia l’unica a concentrarsi in gran parte su una cultura non europea. Sono pompato per Valhalla e penso che sia l’ambiente perfetto per un Assassin’s Creed, ma siamo già saturi di vichinghi.

Chris Livingston: Si! Egitto!

Grecia

(Credito immagine: futuro)

Robin Valentine: Penso davvero che Ubisoft abbia realizzato qualcosa di incredibile con il mondo di Odyssey, e penso che sia abbastanza sottovalutato. Potrebbe non essere stata la loro ambientazione più suggestiva, ma la vastità e il dettaglio di ciò che hanno costruito è davvero sorprendente. Mi sono prefissato una regola per non viaggiare velocemente, e mi ha davvero portato a casa quanto sia vasto quel mondo. Mentre viaggiavo, gradualmente, verso una destinazione lontana per la prossima ricerca della storia, mi imbattevo in un centinaio di piccoli dettagli affascinanti lungo la strada – così tanti luoghi e momenti fantastici, fatti a mano. È una meraviglia tecnica e artistica.

Costantinopoli

(Credito immagine: Ubisoft)

Jacob Ridley: Assassin’s Creed: Brotherhood potrebbe aver introdotto il concetto tentacolare di megalopoli con Roma, ma Assassin’s Creed: Revelations lo ha perfezionato con Costantinopoli. La città è sembrata il culmine di anni di superbi livelli di costruzione: la verticalità freerunning dei primi giochi, distretti distinti e vari e mercati pieni di gente di ogni ceto sociale e quattro angoli del globo. Sembrava un’istantanea autentica di una città veramente transcontinentale sotto il dominio ottomano.

Nuova Inghilterra

(Credito immagine: Ubisoft)

James Davenport: Assassin’s Creed 3 non è eccezionale, ma l’ambiente è qualcosa di speciale. Inoltre, non mi piace come si allontana così rapidamente dal mostrarci la vita degli indigeni americani durante i periodi coloniali intrecciati con la guerra rivoluzionaria, sono così così, così, così pronto per la cultura pop da abbracciare e riconoscere veramente la storia e la presenza indigena . Le fitte foreste del New England e le dolci colline non sono il paesaggio più drammatico — wow, un sacco di avvertimenti con la mia risposta, uh — ma i modi in cui tutto quello spazio vuoto e pacifico è violentemente attraversato da proprietari di case e comuni creano una tensione onnipresente e il senso di perdita che mi ha fatto giocare anche se i personaggi e la narrativa non sono riusciti ad accumularsi.

(Credito immagine: Ubisoft)

Mknott: Grecia, senza dubbio. Hanno davvero dato vita a tutto il mondo classico in modo sorprendente e salpare per l’Odissea è stato un piacere. L’Egitto è stato fantastico, è un periodo di tempo che tutti conoscono ma non molti conoscono cose su ciò che ha reso molto divertente esplorare.

Frindis: Mi è piaciuto molto il tema dei pirati e il combattimento navale in Black Flag, ma come il mio preferito, devo dire Odissea. Mentre non sono andato così lontano nel gioco, mi sono innamorato della grafica mozzafiato. Adoro esplorare in qualsiasi gioco e quando è bello come questo, mi fa sentire come se fossi lì. Oh, e mi è stato detto che il DLC: Fate of Atlantis sarà fantastico, quindi non vedo l’ora!

LCarlson: Ho adorato anche Odyssey, ma hanno anche fatto un lavoro fantastico su Origins (Egitto). Il team di scrittori è stato costantemente brillante e puntuale, con trame e progressi ben studiati. In Egitto, hanno davvero colto il tono giusto per ritrarre una magnifica e complessa civiltà all’interno di un impero fatiscente. Ho adorato il Medjay così tanto che ho chiamato il mio nuovo cavallo come lui.

Sia Odyssey che Origins avevano una grafica straordinaria. Assolutamente bellissimo.

Alm: Non ho mai provato Odyssey ma l’impostazione di Origins è stata fantastica. Ad ogni modo, adoro l’antico egitto, ma è stato impressionante ispirare a correre intorno alle piramidi e altre enormi strutture antiche.

Escorte galati

Written by admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Mirror’s Edge incontra Dishonored in questa demo a tempo limitato per Ghostrunner

Minecraft Dungeons: data di rilascio, trailer e tutto ciò che sappiamo