Non è necessaria una scheda grafica Nvidia Turing per RTX Voice, ma aiuta


L’intelligenza artificiale ha trovato una casa felice nelle app di soppressione del rumore. Accanto a Krisp, che ha recentemente fatto il suo debutto all’interno delle impostazioni vocali e video di Discord, Nvidia sta ora lanciando la propria applicazione in RTX Voice: un’app per la soppressione del suono con uscita audio e microfono alimentata dalle “capacità AI” della GPU RTX serie 20.

Non è esplicitamente il nucleo di tensore dell’IA dedicato che abbellisce le viscere dell’architettura di Turing, sebbene possano essere responsabili di una qualche forma di accelerazione marginale. Ma ci arriveremo. Se desideri eseguire la configurazione con RTX Voice, puoi scaricare la versione beta dell’app su Nvidia.com proprio adesso. E pensiamo che dovresti assolutamente provarlo.

L’app beta utilizza l’intelligenza artificiale per rimuovere il rumore di fondo sia dal microfono che, se abilitato, dall’audio in entrata. L’ultimo bit è fondamentale se si intende utilizzarlo nel software di videochiamata. Ti consente di impostare RTX Voice per monitorare tutto l’audio in entrata da una determinata app o chat (probabilmente vorrai perderlo sul desktop) e rimuovere l’audio in background senza richiedere a nessun altro di installarlo o addirittura possedere una scheda grafica compatibile .

(Credito immagine: futuro)

Anche le prime impressioni sono straordinariamente positive. Ho fatto casino con la cancellazione del rumore in ingresso tramite OBS, Discord e Google Hangouts e la cancellazione del rumore è spettacolare.

Poco audio indesiderato è in grado di scivolare attraverso la rete (neurale) di Nvidia. Dalle persone che parlano solo a pochi passi dalla mia scrivania, al suono di un bollitore in ebollizione, non lo sapresti dal mio audio grezzo. È una grazia salvifica in un mondo in cui interagiamo tra loro in modo digitale su base più regolare. È persino una mano delicata rimuovere il clac di una tastiera meccanica—anche interruttori cliccabili.

Poco audio indesiderato è in grado di scivolare attraverso la rete (neurale) di Nvidia

Ci possono essere delle distorsioni durante i periodi di discorso intermedio e mentre RTX Voice si è dimostrata una soluzione più chiara di Krisp per la cancellazione automatica del rumore AI, è altrettanto suscettibile al difetto occasionale. Ma la distorsione vocale occasionale è un piccolo prezzo da pagare per un audio chiaro in un ambiente rumoroso.

Ciò che potrebbe pesare un po ‘più pesante sull’applicazione è il suo impatto sulle prestazioni del sistema. RTX Voice richiede risorse di sistema, come qualsiasi algoritmo di elaborazione audio, ma laddove la maggior parte utilizza la CPU, RTX Voice afferma di spostare il carico di lavoro lontano dalla CPU e sulla GPU serie RTX 20.

GPU Nvidia Turing

(Credito immagine: Nvidia)

Con l’utilizzo della CPU all’incirca del 2-3% con l’applicazione abilitata, è corretto affermare che l’applicazione con accelerazione GPU di Nvidia non è eccessivamente intensa sulle prestazioni della CPU. (Non il mio Core i7 9700K, comunque: il tuo chilometraggio può variare). Il carico di lavoro è invece in qualche modo condiviso tra CPU e GPU e l’utilizzo della GPU aumenta intorno all’1-1-1,5% durante i test desktop. In teoria, questo è un carico sollevato dalla CPU e condiviso tra i core altamente paralleli della GPU (ottimo per l’IA), ma forse non in pratica.

Ma quando Krisp, sia come app standalone che tramite Discord, viene spesso trovato in bilico sull’utilizzo della CPU del 2-3% con no aggiunto l’utilizzo della GPU, è chiaro che RTX Voice è l’applicazione più intensiva. Forse è qualcosa a che fare con il suo output di alta qualità, ma forse non è così ottimizzato come la sua concorrenza. Sospetto che Nvidia abbia accelerato lo sviluppo di RTX Voice per soddisfare la potenziale domanda globale di tale app. E non dovremmo dimenticare che questa è una beta: Nvidia è attivamente alla ricerca di feedback per il miglioramento.

C’è anche il fatto che RTX Voice potrebbe non utilizzare appieno le funzionalità AI dell’architettura Turing. L’ultima architettura per abbellire le schede grafiche GeForce include due nuove aggiunte al silicio: RT Cores e Tensor Core. I core RT accelerano i carichi di lavoro di ray tracing, mentre i core tensore sono usati per i carichi di lavoro di intelligenza artificiale, come DLSS o denigrando scene ray tracing.

Potresti pensare che questo sarebbe necessario per RTX Voice. Ti sbaglieresti.

Non è colpa tua, Nvidia balla un po ‘sull’argomento. Con solo una piccola modifica al codice RTX Voice funzionerà su schede grafiche meno recenti: è sufficiente eliminare il segmento che dice che non è possibile eseguirlo senza una scheda grafica RTX. Nvidia afferma che i suoi driver più recenti sono necessari anche per il funzionamento di RTX Voice. Ma hey, sostiene molte cose.

Come eseguire RTX Voice su una scheda grafica GTX

Per far funzionare RTX Voice su una scheda grafica GTX (come scoperto nel Forum di Guru3D), rimuovi il seguente segmento dal file “RTXVoice.NVI” trovato all’interno C: temp NVRTXVoice NvAFX.

Io ho solo un RTX 2080 e GTX 1080 oggi a portata di mano. Tutto il resto è nel purgatorio degli uffici. Fortunatamente è tutto ciò di cui ho bisogno per vedere come RTX Voice ha un impatto sulle architetture di Turing e Pascal e fare luce sul fatto che i Tensor Core siano necessari per questo carico di lavoro AI.

Ho impostato un benchmark casalingo per testare l’impatto che RTX Voice avrebbe avuto durante un’attività di rendering intensiva, come ad esempio giocare. Con RTX Voice abilitato e Audacity che cattura l’uscita del microfono RTX Voice, ho eseguito una corsa 3DMark Time Spy su entrambe le schede grafiche. Ecco i risultati:

RTX 2080
RTX Voice: disattivato RTX Voice: attiva % diff.
Time Spy (punteggio complessivo) 10.313 9474 -8%
Time Spy (punteggio GPU) 10.841 9844 -9%
Time Spy (punteggio CPU) 8084 7814 -3%
GTX 1080
RTX Voice: disattivato RTX Voice: attiva % diff.
Time Spy (punteggio complessivo) 7934 6.879 -13%
Time Spy (punteggio GPU) 7.901 6.716 -15%
Time Spy (punteggio CPU) 8.127 7982 -2%

Le prestazioni di RTX Voice sono sproporzionatamente ponderate rispetto alla GTX 1080, il che suggerisce che ci sia alcuni l’accelerazione in atto dietro le quinte che utilizza i miglioramenti dell’architettura Turing in un modo o nell’altro. La GTX 1080 è la più colpita da RTX Voice e scende del 15% nel benchmark con la funzione attivata.

Ma non è una differenza colossale tra i due, e l’impatto sulle prestazioni può essere facilmente inghiottito dalle carte Pascal di fascia alta. I rapporti degli utenti suggeriscono aneddoticamente che le vecchie generazioni di schede grafiche Nvidia potrebbero essere colpite ancora più duramente da RTX Voice, e immaginiamo che ciò sia dovuto alle operazioni di intelligenza artificiale che appesantiscono la pipeline di rendering in misura maggiore senza lo snellimento di Pascal.

Quindi RTX Voice è un successo? Tecnicamente si. È un’implementazione eccezionale della rimozione del rumore AI e, come strumento gratuito, è del tutto benvenuta durante un periodo di adattamento globale. Tuttavia, è stato inutilmente limitato alle schede grafiche di ultima generazione. Nel salvare alcune schede grafiche meno recenti da prestazioni potenzialmente deludenti, Nvidia si è inavvertitamente sparata in piedi togliendo l’agenzia dei suoi utenti per prendere quella decisione da soli.

Spero che Nvidia riconsidererà la sua posizione per la versione completa – o almeno lascerà aperta la backdoor all’interno della beta – perché RTX Voice potrebbe davvero fare la differenza per molte persone in questo momento.

Escorte galati

Written by admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hokko Life è una specie di Animal Crossing che offre tutto ciò che amo dei simpatici sim della community

V-buck gratuiti di Fortnite: come guadagnare V-buck gratuiti in Fortnite