Il presidente della Blizzard afferma che World of Warcraft è ancora social “come il giorno in cui abbiamo lanciato”



La scorsa settimana, il co-fondatore ed ex presidente e CEO di Blizzard Mike Morhaime ha dichiarato di ritenere che l’accessibilità sia aumentata World of Warcraft ebbe l’effetto collaterale non voluto di creare il gioco meno sociale. Non accessibilità nel senso di dispositivi e impostazioni assistive che aprono i giochi a più giocatori, per essere chiari, ma attraverso un allentamento della curva di apprendimento e necessità di macinare: “I motivi per cui hai dovuto giocare con lo stesso gruppo di persone e oltre “, come ha detto.

La dichiarazione di Morhaime ha attirato molta attenzione, incluso, probabilmente, l’attuale presidente della Blizzard J. Allen Brack, che non sembra condividere la valutazione del suo predecessore sullo stato del gioco.

“World of Warcraft è stato fortunato ad essere stato progettato come un’esperienza molto social, e questo è vero oggi come il giorno in cui siamo stati lanciati”, ha dichiarato Brack durante la chiamata agli utili di Activision di oggi. “Nel corso del tempo, abbiamo ascoltato il feedback della community e il gioco si è evoluto in quello che ora chiamiamo” gioco moderno “, che ha davvero ampliato l’ampiezza e la profondità del gameplay, oltre a semplificare la digitazione di trovare amici, raggruppare, fare progressi o giocare da soli, tutto all’interno dell’ambiente sociale “.

Brack ha affermato che Blizzard vede sia WoW moderno che World of Warcraft Classic come “una singola comunità, con un solo abbonamento” e intende continuare con le versioni dei contenuti per entrambi. Il WoW classico è stato particolarmente forte nei mercati orientali, per cui presumo che significhi la Cina, ma la recente crescita in Occidente è stata guidata principalmente dai giocatori che tornano al gioco moderno, il che ha contribuito a guidare le forti pre-vendite dell’imminente Shadowlands espansione.

Non vorrei entrare in un dibattito con Mike Morhaime su ciò che ha reso World of Warcraft un successo così grande, ma WoW non è l’unica parte dell’equazione di socialità che è cambiata. WoW è uscito nel 2004, se riesci a crederci, e il mondo intero è cambiato radicalmente da allora: Facebook è stato ancora chiamato “The Facebook” nel 2004, per dare alle cose una piccola prospettiva. Inoltre, non si può trascurare il fatto che World of Warcraft rimane un MMO di enorme successo: “Lo slancio che abbiamo visto a marzo in entrambe le modalità continua, con la comunità attiva che cresce più velocemente che mai, ed è al di fuori di un periodo di lancio di espansione”, Brack disse.

Durante la chiamata, Brack ha anche affermato che, nonostante lo scoppio in corso di COVID-19, l’espansione di World of Warcraft: Shadowlands dovrebbe uscire durante festività del 2020.

Escorte galati

Written by admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

EA prevede ancora di rilasciare 14 giochi nei prossimi 11 mesi

Cate Blanchett potrebbe interpretare Lilith nel film Borderlands