Ho bisogno di una chiave di Windows 10 per il mio PC?



Se hai appena finito di costruire il tuo nuovo PC da gioco e stai leggendo questo, significa che probabilmente hai dimenticato una cosa: un tasto di Windows 10. È comprensibile. Può essere facile lasciarsi trasportare così tanto dalla scelta della scheda grafica, della CPU e dell’SSD giusti da non pensare mai al software di cui avrai bisogno una volta che tutto sarà inserito insieme e funzionerà in perfetta armonia.

Tecnicamente no bisogno una chiave di Windows 10 per usare il tuo rig. Linux è un ottimo sistema operativo (SO) open source su cui puoi scegliere di eseguire il tuo PC da gioco, in realtà è sorprendentemente facile da passare un PC da gioco a Linux, pure. L’aspetto negativo di questa opzione è che il sistema operativo può essere un po ‘scoraggiante da affrontare come nuovo utente e potresti scoprire che alcuni dei giochi che speravi di giocare sul tuo computer non sono compatibili con Linux in modo nativo. Tuttavia, può essere seriamente gratificante se si affronta questo sistema operativo.

L’altra opzione gratuita è l’installazione di Windows 10 senza una chiave di licenza. Questo è il bit del sistema operativo Microsoft che devi effettivamente acquistare poiché il sistema operativo stesso ha un lungo periodo di tolleranza. Tuttavia, la funzionalità è limitata senza una chiave originale. Tutto quello che devi fare è andare a Sito ufficiale di download di Windows per Microsoft, prendi lo strumento e crea un disco USB da cui avviare e avviare il processo di installazione.

Senza una chiave originale non sarai in grado di personalizzare il tuo sistema. È un piccolo prezzo da pagare, ma può essere un po ‘frustrante. Allo stesso modo i piccoli promemoria che non hai attivato il tuo sistema sparsi nei menu possono diventare fastidiosi dopo un po ‘.

Il più pervasivo dei quali sono le parole “Attiva Windows” scarabocchiate nell’angolo in basso a destra dello schermo. La trasparenza della filigrana lo aiuta a fondersi con ciò che sta succedendo sul monitor per la maggior parte del tempo e rimarrai sorpreso dalla rapidità con cui ti abitui, ma c’è un’opzione per rimuoverlo temporaneamente se devi prendere un screenshot o simili.

Come rimuovere la filigrana “Attiva Windows” da Windows 10

Per rimuovere la filigrana Attiva Windows da Windows 10, attenersi alla seguente procedura:

  • Premi il tasto Windows e digita le parole: Prompt dei comandi
  • Fare clic con il tasto destro del mouse su Prompt dei comandi ed eseguire come amministratore
  • Nella finestra del terminale, digitare slmgr -rearm

Ti chiederà quindi di riavviare e quindi la filigrana sparirà. Per adesso. È una sbronza dai vecchi sistemi operativi Windows, ma ti consente di bandire la filigrana per quella sessione, permettendoti di fare screenshot o riprodurre un gioco in streaming senza che appaia su tutto lo schermo. Tieni presente che questo non funge da chiave di licenza originale e estende solo il periodo di tolleranza incluso nel sistema operativo Windows 10 di Microsoft.

Se nessuno dei suddetti suoni è adatto a te, o preferisci farlo una volta per tutte, puoi semplicemente acquistare una chiave di licenza di Windows 10. Questi variano nel prezzo a seconda che tu ne scelga uno direttamente da Microsoft o tramite una terza parte.

Quanto costa Windows 10?

Windows 10 Home ti riporterà $ 139 se scegli di acquistare una chiave direttamente da Microsoft. Questo è un po ‘ripido rispetto ai venditori di terze parti, che spesso si trovano a spedire chiavi originali per un minimo di $ 25. Nella nostra esperienza, molti dei migliori siti di terze parti sono affidabili e forniranno rapidamente una chiave per l’attivazione, ma attenzione ai siti o ai collegamenti dannosi.

Una volta ottenuta la chiave, vai alle Impostazioni di Windows e fai clic sul fastidioso piccolo banner per accedervi ed essere sulla buona strada.

Escorte galati

Written by admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Crapshoot: BloodRayne 3, il film di Uwe Boll

Perché il “gioco morto” deve morire