Crapshoot: Shadow Warrior, il gioco che ha cercato di surclassare Duke Nukem


Guerriero Ombra

Dal 2010 al 2014 Richard Cobbett scrisse Crapshoot, una colonna su come riportare alla luce giochi oscuri casuali. Questa settimana, chi vuole un po ‘di Wang? Che cosa? Nessuno? Dang.

Come segui un gioco di successo come Duke Nukem 3D? Ovviamente, ridimensioni tutto. Alla gente piaceva l’interattività! Più interattività! Veicoli! Macchine Pachinko! Auto RC! Tutti hanno apprezzato le location del mondo reale? Ci sarebbe di più! Strade! Le città! Ristoranti! La gente ha fatto storie sul sessismo! Hah! Questa volta, proveremo invece il razzismo commedia! Che cosa potrebbe andare storto? Giusto?

io veramente odio Shadow Warrior, anche se non posso davvero dire che sia un brutto gioco. È invecchiato in modo spettacolare, anche peggio di Duke Nukem 3D, anche se per il momento era piuttosto buono. È solo uno di quei giochi che mi ha subito cancellato nel modo sbagliato, con la carta vetrata, fin dall’introduzione del suo personaggio: un ninja chiamato Lo Wang, perché i giapponesi e i cinesi sono sostanzialmente gli stessi, giusto? Non è nemmeno il patetico razzismo commedia del gioco che mi infastidisce tanto quanto il fatto che è stato ovviamente scaricato sul gioco a causa del successo di Duke, trasformando uno sparatutto perfettamente solido e lucido in uno che sembra interessato solo a ottenere una reazione comportandosi come una masturbazione scimpanzé.

La trama – quel poco che c’è – è che Lo Wang è un ex assassino che cerca di abbattere una società malvagia gestita da un diavolo chiamato Maestro Zilla, insieme al suo esercito di zombi, simpatici suicidi (sì, il gioco li chiama così), cose da scimmia assassina e mostri serpenti giganti. Ciò che lo rese un gioco interessante per il suo tempo, però, fu che dopo Duke, la squadra fu molto più brava con il motore Build – e Shadow Warrior fu il gioco che lo mise davvero alla prova, nel bene e nel male.

Uno dei primi enigmi riguardava la guida di un’auto telecomandata per ottenere una chiave (un puzzle ripetuto all’inizio del Duke Nukem Forever con una cella a combustibile e più fisica). Molto di tanto in tanto, devi saltare su un bulldozer o un motore simile e scoprire perché la maggior parte dei giochi di questa era ha evitato di farti saltare sui veicoli. I livelli erano pieni di dettagli accidentali, come i conigli che rimbalzavano intorno al tempio del tuo Maestro e che l’avrebbero fatto se si fossero avvicinati abbastanza. C’erano anche alcuni pezzi davvero impressionanti di tecnologia / design per l’epoca, come un sistema portale (completamente falso), oggetti 3D basati su voxel e opere d’arte della cultura pop del mondo reale sparse prima che anime / manga diventassero un grande affare nel Ovest.

Come molti giochi shareware, la maggior parte delle cose memorabili era nel primo episodio – solo quattro livelli. La versione completa ne aggiunse altre 18, oltre a nemici e armi extra, e tutti gli altri dettagli abituali, ma mentre l’ho giocata … nessuna di queste è rimasta bloccata. Tuttavia, alcune delle cose che circondavano il gioco. Per cominciare, nel Regno Unito, Shadow Warrior è stato uno degli errori della Grande Censura. Per qualche motivo, il governo era terrorizzato da cose come le armi asiatiche importate allora, quindi erano un no-no automatico. The Teenage Mutant Ninja Turtles è diventato Teenage Mutant Hero Turtles. Armi come il Nunchucku erano proprio lì con un colpo di testa nella lista di cose inaccettabilmente violente. Per quanto riguarda Shadow Warrior, era un gioco valutato 18 e consentiva di conservare la maggior parte dei suoi giocattoli ninja, tra cui la katana predefinita e caltrops e mitragliatrici, ma costretto a rimuovere l’arma shuriken a favore di …

aspettalo

…freccette. Sì, freccette. Freccette regolari. Perché non fa male essere colpiti in faccia con un pugno di freccette. Affatto. E sono molto più difficili da trovare in Inghilterra rispetto alle stelle da lancio importate. Grazie BBFC! Non so come saremmo mai sopravvissuti negli anni ’90 senza la tua vigilanza!

(Non che l’Inghilterra avesse il monopolio di questa stupidità. C’era un altro gioco di Build uscito nello stesso periodo in cui Shadow Warrior chiamava, semplicemente “Blood”. Era uno sparatutto a tema horror e, di nuovo, l’episodio shareware era il migliore Fu comunque venduto nei negozi, e come spesso accadde, Wal-Mart e forse alcuni altri posti insistettero sulla loro versione per famiglie senza il gore. In breve, accettarono felicemente di vendere un gioco chiamato Blood, ma solo se non aveva sangue.)

Ora le cose si fanno davvero strane. Cosa fai quando hai un personaggio razzista, una commedia razzista o no, in un mondo stupido in cui mettere un adesivo “Titsubishi” su un bulldozer conta come uno scherzo? Cos’è quello? Hai commissionato un romanzo basato su di esso? Non essere stupido. Trasformi il suo direlogue in una canzone.

Oh, e poi commissioni Due romanzi.

I romanzi di giochi raramente sono fatti bene. Tuttavia, ce n’erano due per Shadow Warrior: You Only Die Twice e For Dead Eyes Only. Sono entrambi esauriti, ovviamente, ma sono ancora disponibili se si è disposti ad attendere circa un mese per la consegna. L’ho considerato qualche tempo fa, come complemento dei romanzi di Doom, ma ho deciso che avrei preferito leggere Baldur’s Gate 2 ancora.

Fortunatamente, non è necessario acquistare il libro per avere un’idea di questo fantastico lavoro:

“Sembra un pollo”, disse Lo Wang, rigirando il pezzo di naso davanti all’uomo. “Il pollo è uno dei miei preferiti.” Wang sorrise, si rigirò lentamente il pezzo di naso tra le dita, leccandosi le labbra, quindi si gettò il naso sopra la spalla in modo che atterrasse vicino agli uomini d’affari dietro il bancone. Potrebbero tenerlo come ricordo del loro pranzo. Forse anche immergerlo nella plastica, montarlo su una bella placca e appenderlo sopra il camino. Quindi, raccontando la storia ai loro nipoti, potevano indicare con orgoglio il pezzo di naso.

Gli occhi dell’assassino gli stavano quasi sporgendo dalla testa. Il sangue gli colava dal naso e lungo la parte anteriore del viso, schizzando leggermente al battito del suo cuore. Wang avvicinò i coltelli ancora rotanti alla faccia dell’assassino, poi iniziò ad abbassarli lentamente.

“Zilla?” Disse Wang, fissando gli occhi dell’assassino mentre sorrideva e abbassava i coltelli rotanti verso la cintura dell’uomo. “O trovo un pezzo che assomiglia al maiale?” In qualche modo gli occhi dell’assassino si fecero ancora più grandi, poi attraverso il sangue sputò,

“Non so dove sia Zilla. Ma Tanaka lo sa.”

Wang indietreggiò leggermente i coltelli rotanti e l’uomo sospirò, che uscì quasi come un gargarismo a causa di tutto il sangue.

“Tanaka?” Chiese Wang. “Ha un altro nome?”

Il problema con il nome Tanaka era che era così comune in Giappone. Proprio come Smith o Jones negli Stati Uniti. Senza un altro nome le informazioni sarebbero quasi inutili.

L’assassino scosse di nuovo la testa, spruzzando sangue in tutte le direzioni. “Solo Tanaka.”

Wang annuì, scoraggiato. Poteva dire nell’istante in cui un uomo iniziò a dire la verità. Quest’uomo lo stava facendo. Di quello, non c’erano dubbi. Ma almeno Wang ora aveva un indizio sulla posizione di Zilla. Ora tutto quello che doveva fare era trovare un nome. Wang si voltò e partì. “Ti lascerò vivere”, disse, abbastanza forte da far sentire l’assassino.

Quindi, senza voltarsi, Wang lanciò entrambi i coltelli sottoterra e all’indietro contro l’assassino.

Thunk. Thunk.

I coltelli tagliarono entrambe le orecchie dell’assassino e appuntarono la testa dell’uomo tra i coltelli.

Wang rise da solo. “Supponendo che qualcuno possa smettere di sanguinare.”

Wang sapeva che non sarebbe stato possibile. Ma l’assassino meritava una morte lenta e persistente. Si era rotto e aveva dato via il suo capo. Non c’era onore in tale azione codarda. Meglio morire con le labbra sigillate, quindi vivere con un buco in onore. Wang tornò al sushi bar e si chinò a guardare i due uomini d’affari che fissavano il naso sul pavimento di fronte a loro. “Adesso puoi finire il pranzo” disse Wang. “Parla bene di me ai nipoti.”

Gli uomini d’affari annuirono entrambi, ma non si alzarono in piedi. Wang si voltò e si diresse verso la porta d’ingresso e le affollate strade di New York City. Questa volta avrebbe fatto due isolati in più a China Town prima di fermarsi a pranzo. E prima la carne. Niente zuppa. Nel caso fosse interrotto di nuovo da un altro gruppo di assassini che voleva un pezzo di Wang.

Con una prosa come questa, è incredibile che il Premio Booker sia andato a qualsiasi altra cosa!

(Anche se è ancora meglio di Command and Conquer: Tiberium Wars …)

Nonostante ci abbia provato molto, troppo duramente per attirare l’attenzione, Shadow Warrior non ha venduto nulla come sperato nei 3D Realms. C’erano tre pacchetti di espansione da vari luoghi, anche se solo due di essi ce la fecero e nessuno di loro fu rilasciato commercialmente. Anche al suo rilascio, Build era in una posizione scomoda, essendo anni luce avanti rispetto ai motori di livello Doom, ma scricchiolando visibilmente sulle cuciture accanto al 3D completo di giochi come Quake e Terminator: Future Shock. Fortunatamente, 3D Realms lo sapeva e aveva un piano.

Shadow Warrior è arrivato sul web il 13 maggio 1997.

Ma il 28 aprile, il duca Nukem per sempre era già stato annunciato. Per il 1998

Escorte galati

Written by admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il trailer del mese gratuito di DCS World su Steam mostra che anche i jet da combattimento possono essere sentimentali

Display TN vs IPS: qual è il migliore per i giochi?