in

Al seggio fra mascherine, disinfettanti e distanziamento. Voto Covid a casa sull’uscio o con appoggi di fortuna



elezioni 20-21 settembre

Le prime elezioni al tempo del Coronavirus hanno dovuto seguire un rigido protocollo per evitare contagi

Elezioni in tempo di Covid: ecco il protocollo

Le prime elezioni al tempo del Coronavirus hanno dovuto seguire un rigido protocollo per evitare contagi

2′ di lettura

Mascherine, disinfettanti, distanziamento. Le prime elezioni al tempo del Coronavirus hanno dovuto seguire un rigido protocollo per evitare contagi. Ma l’ombra del Covid in certi casi è stata più forte della ragione. A partire dalla fuga in massa dai ruoli di presidente e scrutatore, sostituiti da volontari, molti della protezione civile, spesso trovati anche tramite appelli social delle amministrazioni comunali.

Percorso di entrata e uscita ai seggi

Il voto ai seggi che profumano di gel, è per tutti “mordi e fuggi”. Prima si fa, meglio è. Fin dal portone ci sono due i percorsi, uno di entrata e uno di uscita. Tutti devono rigorosamente indossare la mascherina. Vietati gli assembramenti e, dunque, accessi contingentati. C’è meno confusione e più rispetto nei seggi. Rispetto delle distanze, delle regole, delle persone più fragili, a partire dagli anziani, che possono evitare la fila e votare subito. Distanziamento di un metro nella coda di attesa e sanificazione delle mani prima dell’ingresso alla sala (consigliata anche dopo il voto). In coda inviti a sollevare la mascherina, coprendo anche il naso che molti tentano di lasciare fuori.

Il voto volante in casa

Un capitolo a parte per il voto a domicilio, per chi è in quarantena perchè risultato positivo al Covid o in isolamento fiduciario. Qui presidneti e scrutatori a disposizione degli elettori Covid hanno percorso in lungo e in largoi le città, in alcuni casi percorrendo decine e decine di chilometri tra i Comuni dell’area metropolitana per consentire il diritto di voto. Bardati dalla testa ai piedi, dotati di dispositivi di camici, guanti, mascherine e occhiali protettivi per evitare il rischio di contagio, hanno bussato alla porta delle persone in isolamento. Con Dpi usa e getta a ogni domicilio. Si vota con matite sanificate e le schede finiscono poi nelle urne dei seggi Covid ospedalieri. Allo spoglio si proceder con cautela, indossando le protezioni di rito, dai guanti alle mascherine. «L’abbiamo fatto perché ci sentivano in dovere», ha spiegato Lello Mancini, presidente di uno dei tre seggi “volanti” di Bari.

Escorte galati

Rizolvere problemini di eiaculazione

What do you think?

193 points
Upvote Downvote

Written by admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Polizei-Experte zum Neonazi-Skandal in NRW: "Das Problem ist die Cop-Culture" thumbnail

Polizei-Experte zum Neonazi-Skandal in NRW: “Das Problem ist die Cop-Culture”

Colle dell’Infinito, rischio discarica solo teorico: ecco perché non può accadere